Header Top
Logo
Mercoledì 29 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Costa Concordia: Nick ‘eroe’ del Giglio, gli 11 che fecero l’impresa

colonna Sinistra
Martedì 17 settembre 2013 - 12:01

Costa Concordia: Nick ‘eroe’ del Giglio, gli 11 che fecero l’impresa

(ASCA) – Isola del Giglio (Gr), 17 set – Ormai da mesi pertutti, al Giglio, e’ semplicemente ‘Nick’ e dalle 4 dellascorsa notte e’ diventato il vero eroe dell’isola. Nick Sloane, 52 anni, sudafricano, e’ il ‘salvage master’,l’uomo che ha guidato tutta la fase della rotazione dellaCosta Concordia dalla chiatta ‘Polluce’, ormeggiata a pruadel relitto. Con lui, a bordo, per un’impresa mai tentatanella storia della marina, c’erano altre 10 persone. I”magnifici undici”, come li ha definiti il capo dellaProtezione civile Franco Gabrielli.

Sposato, con tre figli, vive a Citta’ del Capo ma inrealta’ gira per il mondo per portare a termine le impresepiu’ difficili. Nato in Zambia, ha alle spalle 27 anni diesperienza nei recuperi in mare, con interventi in tutti icontesti: dal Pakistan all’Arabia Saudita, dallo Yemenall’Australia fino agli Usa.

Tra gli ultimi compiti, ha recuperato la petroliera’Brillante Virtuoso’, incendiata dai pirati al largo di Aden(2011) e la portacontainer ‘Rena’ naufragata nel 2012 davantialla Nuova Zelanda.

Domenica sera e’ andato a cena con il suo team. ”E’ tuttoa posto, siamo pronti”, ha detto semplicemente a chi glichiedeva se fosse fiducioso. Poi ieri mattina alle 9 ha datoil via all’operazione, prima gestendo la delicata fase deltiraggio e del distacco dalle rocce, poi, in nottata, dosandosapientemente la quantita’ di acqua inserita dai cassoni.

Alla fine, alle quattro, e’ arrivato l’annuncio via radio.

Quando tutto e’ finito, prima delle sei, dopo 24 oreconsecutive in piedi, e’ sceso a terra ed e’ arrivato al bardel porto, acclamato dai gigliesi e assaltato dalletelevisioni. ”Mi sento sollevato e sono un po’ stanco – hadetto entrando al bar -. Mi vado a bere una birra, mando unbacio a mia moglie e vado a dormire”. Per quanto riguardal’operazione, ha sottolineato che ”pochi Paesi al mondoavrebbero potuto mettere insieme tanta elettronica e acciaioin cosi’ poco tempo per un’operazione di queste dimensioni.

Tutto il team e’ molto orgoglioso di cio’ che abbiamofatto”.

afe/sam/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su