Header Top
Logo
Venerdì 17 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Costa Concordia: ok a raddrizzamento, operazione al via dopo il 16/9

colonna Sinistra
Venerdì 6 settembre 2013 - 17:48

Costa Concordia: ok a raddrizzamento, operazione al via dopo il 16/9

(ASCA) – Firenze, 6 set – Parere positivo alle operazioni dirimessa in asse del relitto della Costa Concordia nel mese disettembre. E’ questo l’esito della riunione convocata dalCommissario delegato per l’emergenza, Franco Gabrielli, aRoma presso la sede del Dipartimento della Protezione Civile,alla quale hanno partecipato i rappresentanti del Comitatoconsultivo, dell’Osservatorio, del consorzio Micoperi-Titan edella societa’ Costa Crociere.

Il via libera definitivo all’avvio della fase di rotazionedel relitto, spiega una nota, rimane subordinato allaconsegna di tutti i certificati di collaudo delle struttureultimate e al completamento delle attivita’ propedeuticheall’operazione di parbuckling. Tutto cio’ dovrebbe avvenireentro la prossima settimana; da quella data, appena lecondizioni meteo marine lo consentiranno, iniziera’l’operazione di raddrizzamento. Indicativamente, secondoquanto si apprende da fonti presenti alla riunione, la’finestra’ individuata va dal 16 al 20 settembre.

Le amministrazioni e i soggetti intervenuti, si leggenella nota della Protezione civile, hanno formulato, ognunaper il proprio ambito di competenza, prescrizioni eraccomandazioni che le societa’ incaricate dovrannonecessariamente rispettare nel corso del cosiddettoparbuckling e che sono state integrate nella documentazionefinale. Nel corso dei mesi sono stati valutati i vari ipotizzabilirischi legati al parbuckling e sono state definite le diversemisure di mitigazione degli stessi. E’ stato fatto un precisolavoro di comparazione tra il rischio che la nave correrebbea rimanere in asse per tutto l’inverno, esposta alleimmaginabili condizioni meteorologiche avverse, rispetto aquello di passare lo stesso periodo adagiata nella posizionein cui si trova ora, giungendo alla conclusione che la primaipotesi sia preferibile alla seconda: infatti, dopo un altroperiodo invernale trascorso in una posizione innaturale, nonsi avrebbe la certezza di riuscire a rimettere il relitto inasse nel corso della prossima primavera. E’ stato, infine,condiviso un corposo documento per la gestione delle acqueinterne, e da inizio agosto sta proseguendo il lavoropreventivo di ‘bonifica’ del materiale liquido da alcuneparti accessibili della nave.

Nel corso della prossima settimana e’ previsto un incontrosull’isola con il Prefetto Gabrielli, il sindaco, laPresidente dell’Osservatorio di monitoraggio, i referenti delconsorzio Micoperi-Titan e di Costa Crociere. Nei giorniimmediatamente successivi verra’ convocata una conferenzastampa, per dare conto agli organi di informazione dellapresumibile data di inizio delle operazioni – al momentoancora non certa -, del dettaglio di queste ultime e delleindicazioni logistiche necessarie per poter lavorarecorrettamente, senza intralciare le operazioni di parbucklinge delle strutture operative del sistema di protezione civilepresenti su Isola del Giglio.

afe/sam/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su