Header Top
Logo
Giovedì 30 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Inflazione: Cia, calo prezzi non rilancia consumi. No ad aumento Iva

colonna Sinistra
Venerdì 30 agosto 2013 - 14:01

Inflazione: Cia, calo prezzi non rilancia consumi. No ad aumento Iva

(ASCA) – Roma, 30 ago – Il basso tasso d’inflazione e’ fruttodel clima di depressione dei consumi che ha costretto oltreil 70 per cento delle famiglie a ‘tagliare’ anche sul cibo,con un calo dell’1,8 per cento delle vendite alimentari neiprimi sei mesi dell’anno e il conseguente crollo della spesaper prodotti indispensabili come pasta (-9,3 per cento),pesce (-16,6 per cento), carne rossa (-4,4 per cento) eortofrutta (-3,7 per cento). Lo afferma in una nota la Confederazione italianaagricoltori (Cia), commentando i dati provvisori sui prezzial consumo ad agosto diffusi oggi dall’Istat e definendo,pertanto, ”impensabile” un aumento dell’Iva che graverebbedi circa 1 miliardo di euro sulla spesa alimentare. Secondo la Cia non bastano i ribassi su base mensile deglialimentari non lavorati (-1,3 per cento), soprattutto verdura(-6,5 per cento) e frutta (-2,1 per cento), a cambiare lasituazione: gli italiani continuano a svuotare il carrellodella spesa, orientandosi sempre di piu’ verso una tavola’low-cost’, con 7,4 milioni di famiglie che optano perprodotti di qualita’ inferiore e 6,5 milioni che ormai sirivolgono quasi esclusivamente ai discount.

E’ chiaro, quindi, che in questa situazione non e’pensabile aumentare l’Iva – avverte la Cia – che rischia didare un colpo mortale al Paese, costando alle famiglie quasiun miliardo in piu’ soltanto per le spese alimentari. Certo, e’ vero – riconosce l’associazione di categoria -che l’aumento dell’aliquota dal 21 al 22 per cento nonriguarda beni di prima necessita’ come pasta o pane, macoinvolge tuttavia prodotti di largo consumo come acquaminerale, vino e spumanti, birra, succhi di frutta, caffe’ ebevande gassate. Senza contare che – conclude la Cia – il rialzo sulla vocecarburanti avra’ comunque effetti moltiplicatori sui prezzidi tutti i prodotti alimentari, visto che in Italia viaggianosu gomma nell’85 per cento dei casi per arrivare dal campoalla tavola. red-stt/lus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su