Header Top
Logo
Mercoledì 28 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Ricerca: robot archeologo subacqueo per cercare relitti in Toscana

colonna Sinistra
Lunedì 26 agosto 2013 - 11:29

Ricerca: robot archeologo subacqueo per cercare relitti in Toscana

(ASCA) – Firenze, 26 ago – Nelle acque antistanti il porto diLivorno sono in corso le prove in mare di un piccolo robotsottomarino destinato alla ricerche archeologica sui fondalidell’Arcipelago Toscano. Sono i test finali del progetto Thesaurus, finanziato dallaRegione Toscana e che ha coinvolto le Universita’ di Firenzee di Pisa, il CNR, la Scuola Normale Superiore di Pisa  e laSovrintendenza ai Beni Archeologici della Toscana.

Il robot sara’ in grado di scendere fino a 300 metri diprofondita’ per individuare, filmare e fotografare relittiantichi e moderni. Sara’ cosi ‘ possibile censire esalvaguardare l’enorme patrimonio culturale sommerso cheancora giace sui fondali toscani. Il progetto Thesaurus consentira’ di mettere a punto unatecnologia a basso costo in grado di localizzare e studiare irelitti che giacciono sui fondali dell’Arcipelago Toscano,prima fase di una loro tutela e salvaguardia. Proprio la mancanza di adeguate conoscenze di quanto si trovasott’acqua, magari a poca distanza dalla riva, ha portato inpassato ad azioni di rapina clamorose, come quella ai dannidel piroscafo Polluce, affondato davanti all’isola d’Elba nel1841 su un fondale di 100 metri. Nel 2000 il relitto vennesaccheggiato da un gruppo di inglesi che riusci’ a portarevia monete e gioielli per un valore di alcuni milioni dieuro. Se il relitto fosse stato conosciuto e adeguatamentetutelato tutto questo non sarebbe successo. afe/res

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su