Header Top
Logo
Lunedì 26 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Toscana: furti in autostrada, sgominata banda del ”taglio del telo”

colonna Sinistra
Venerdì 23 agosto 2013 - 15:48

Toscana: furti in autostrada, sgominata banda del ”taglio del telo”

(ASCA) – Firenze, 23 ago – Sgominata la banca del ‘taglio deltelo’ che agiva sull’autostrada A1. Nelle prime ore di ieri la Squadra di Polizia Giudiziariadel Compartimento Polizia Stradale Toscana, insieme apersonale della Sottosezione Polizia Stradale di Battifolle(AR) e con l’ausilio del personale del Commissariato PS SanGiovanni Barra (Napoli), al termine di una complessaattivita’ investigativa congiunta, ha dato esecuzione ad unaordinanza di custodia cautelare in carcere per concorso infurto pluriaggravato emesse dal GIP del Tribunale di Arezzonei confronti di un cittadino residente a Napoli.

L’uomo, secondo quanto si legge in una nota, faceva parte diuna organizzazione che operava individuando e quindidepredando autotrasportatori mentre erano in sosta notturnain aree di sosta e parcheggio lungo l’intera reteautostradale.

Le indagini hanno preso avvio nella nottata del 18 ottobre2012, quando, nel parcheggio esterno al casello di Monte SanSavino (AR) dell’autostrada del Sole, si era verificato ilfurto di un cospicuo carico di televisori Lcd da 32 pollicida un mezzo pesante, proprio secondo il modus operandi del’taglio telo’.

Attraverso l’analisi dei tabulati telefonici, gli agentiavevano individuato i numeri di utenza cellulare dellepersone che avevano partecipato al furto. Da qui e’conseguito un costante monitoraggio degli spostamenti delsodalizio criminoso – effettuato con tecniche ‘classiche’ diinvestigazione come il pedinamento ma anche avvalendosi diuna sofisticata attrezzatura informatica – che ha portato,il 5 aprile scorso, a sottoporre a fermo di 5pluripregiudicati napoletani, considerati come elementi dispicco della ‘banda’.

Nell’ambito della stessa attivita’, poi, la Procura dellaRepubblica presso il Tribunale di Arezzo aveva emesso, gia’il 4 marzo 2013 ed il 5 maggio 2013, un totale di quattroulteriori ordinanze di custodia cautelare a carico dialtrettanti soggetti ritenuti parte della stessa banda unodei quali gia’ sottoposto a fermo nella descrittaoperazione.

Con l’esecuzione dell’ ordinanza di custodia cautelare incarcere eseguita oggi, e’ stata, di fatto, completamenteindividuata e smantellata l’organizzazione.

afe/mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su