Header Top
Logo
Martedì 25 Aprile 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Firenze: due bambini con tubercolosi a Fucecchio, al via screening

colonna Sinistra
Giovedì 22 agosto 2013 - 12:22

Firenze: due bambini con tubercolosi a Fucecchio, al via screening

(ASCA) – Firenze, 22 ago – Da domani inizieranno gliaccertamenti sui contatti cosiddetti ‘stretti’ in seguito adue casi di tubercolosi polmonare in alunni delle scuole diFucecchio (Fi). Lo comunica la Asl 11 della Toscana. Gli interessati alle misure di prevenzione (compagni diclasse e personale docente) saranno direttamente contattatidall’Unita’ operativa Prevenzione malattie trasmissibili delDipartimento prevenzione della Asl.

I bambini che hanno contratto la malattia sono statiadeguatamente curati e sono gia’ in via di guarigione. Glialunni e gli insegnanti che nello scorso anno scolasticohanno frequentato la medesima classe dei bambini ammalati equelli comunque che hanno avuto contatti stretti verrannoinvitati a svolgere il test tubercolinico per rilevarel’eventuale presenza dell’infezione. La tubercolosi polmonare e’ una malattia perfettamentecurabile con farmaci specifici, che determinano la guarigionecompleta del malato. E’ una malattia provocata da un batterio(mycobacterium tuberculosis o bacillo di Koch) che sitrasmette da una persona ammalata mediante le secrezionirespiratorie emesse, ad esempio, con colpi di tosse,starnuti. Il rischio piu’ alto di trasmissione si ha inambito familiare o in comunita’ chiuse, per contatti strettie prolungati con il malato. In ambiente scolastico il rischiodi trasmissione del germe riguarda essenzialmente i compagnidi classe del malato ovvero coloro che per diverse ore algiorno e per piu’ giorni ne hanno condiviso luoghi chiusi. L’infezione tubercolare si sviluppa dopo circa 4-8 settimanedal contatto con un malato. Le misure cautelative adottate egli interventi che verranno messi in atto dall’Asl 11 e dalcomune di Fucecchio, assicura l’Azienda sanitaria, seguono lepiu’ aggiornate linee guida in materia di prevenzione econtrollo della tubercolosi, pertanto, non sussistono motividi allarme per la comunita’.

afe/lus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su