Header Top
Logo
Lunedì 26 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Caserta: Gdf, da inizio anno scoperti 300 lavoratori in nero

colonna Sinistra
Giovedì 22 agosto 2013 - 12:47

Caserta: Gdf, da inizio anno scoperti 300 lavoratori in nero

(ASCA) – Napoli, 22 ago – Dall’inizio del 2013 la Guardia diFinanza di Caserta ha scoperto 290 lavoratori non in regolacon la normativa previdenziale ed assistenziale, di cui 258impiegati completamente in nero, da parte di 76 datori dilavoro su un totale di 124 ispezionati, operantiprevalentemente nei settori dell’edilizia, dell’agricoltura,della ristorazione e della balneazione, nonche’ in quellomanifatturiero. E’ quanto si apprende da una nota della gdfdi Caserta che spiega che si sono riscontrato anche fenomenidi ”caporalato” collegati a gravi forme di prevaricazione eviolenza in danno di lavoratori, generalmente immigrati eclandestini, sottopagati e spesso costretti a lavorare incondizioni igienico – sanitarie precarie ed in violazionedelle norme di sicurezza. Inoltre, sono state accertateirregolarita’ connesse all’applicazione di forme contrattualiatipiche o flessibili, come collaborazioni coordinate econtinuative, nonche’ utilizzo di contratti part-time.

Nel periodo estivo, poi, sono stati eseguiti miraticontrolli tra bar, ristoranti, pizzerie, pasticcerie estabilimenti balneari, ove i militari della Gdf di Casertahanno accertato che, su 30 esercizi controllati, 18 sonorisultati irregolari, con la conseguente scoperta di 64lavoratori totalmente in nero. Il caso piu’ evidente e’quello di un ristorante di Mondragone, il cui titolare e’risultato evasore totale, dove, nel tempo, sono stateriscontrate 40 posizioni di lavoratori completamente innero.

Il settore manifatturiero e’ risultato quello in cui siconcentra la maggiore incidenza delle violazioni accertate,con l’individuazione da gennaio 2013 di 82 lavoratori innero. In tale ambito, nel territorio dell’agro aversano, nelcorso di diversi controlli rientranti in un unico piano diinterventi, sono stati scoperti 26 lavoratori in nero,impiegati per la maggior parte in opifici dediti allaproduzione di abbigliamento e calzature (in molti casicontraffatte).

I casi piu’ eclatanti sono stati accertati, infine, nelsettore dell’edilizia, il cui fenomeno della manodopera innero e’ emerso in tutta la Provincia di Caserta, dove nelperiodo estivo sono state individuate 37 posizioni tra quellecompletamente irregolari e quelle parzialmente in regola.

red

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su