Header Top
Logo
Giovedì 30 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Costa Concordia: Gabrielli, entro settembre la rotazione del relitto

colonna Sinistra
Venerdì 16 agosto 2013 - 12:52

Costa Concordia: Gabrielli, entro settembre la rotazione del relitto

(ASCA)- Roma, 16 ago – La fase di rotazione del relitto dellaCosta Concordia, preliminare alla sua rimozione dall’Isoladel Giglio, ”dovrebbe essere conclusa entro il mese disettembre”.

Lo ha detto il capo della Protezione civile, FrancoGabrielli, ai microfoni di SkyTg24 nel giorno in cuiLegambiente ha ricordato, con un blitz della sua ‘golettaverde’, che sono passati 581 giorni dal tragico incidente.

”Se, come riteniamo, le cose andranno bene credo che ilmese di settembre sara’ quello giusto per chiusura di questaprima fase, di rotazione della nave”, ha detto Gabriellisenza pero’ sbilanciarsi nell’indicare una data precisa.

Il capo della protezione civile ha quindi sottolineato chei 581 giorni della Concordia al Giglio ”sono passati in uncontesto nel quale privato e pubblico hanno sempre lavorato,anche nel mese di agosto, e continueremo finche’ questa navelascera’ nel modo migliore queste coste”.

Gabrielli ha quindi ammesso che se i lavori di rimozionefossero stati condotti dal pubblico e non affidati, come e’avvenuto, a Costa e al settore privato ”saremmo ancora acarissimo amico”. ”Ci si dimentica – ha argomentato ilprefetto – che nel nostro paese recenti normative relativealla protezione civile hanno messo una serie di filtri eostacoli, anche legittimi, ma che non ci consentono un’azioneimmediata: l’intervento del privato, dal mio punto di vista,ha di molto accelerato le pratiche”. In tale quadro, pero’, Gabrielli ha rimarcato che ”ilpubblico non e’ stato spettatore passivo: abbiamo imposto deilimiti, come quello che la nave fosse trasferita intera e nonsezionata, evitando cosi’ alti rischi ambientali. In generale- ha proseguito il capo della protezione civile – abbiamoimposto dei limiti che tengono conto delle priorita’ambientali e delle condizioni socio economiche dell’isola edil privato ha sempre risposto positivamente. C’e’ tutta unaparte non visibile del nostro lavoro – ha concluso Gabrielli- che serve a predisporre il ripristino della situazione quoante al Giglio”.

stt/mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su