Header Top
Logo
Lunedì 27 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Puglia: Legambiente, bene stop esercitazioni militari Parco Alta Murgia

colonna Sinistra
Martedì 13 agosto 2013 - 16:27

Puglia: Legambiente, bene stop esercitazioni militari Parco Alta Murgia

(ASCA) – Roma, 13 ago – ”Accogliamo con vivo apprezzamentola decisione del presidente della commissione Difesa delSenato di annullare le esercitazioni militari a fuoco nelterritorio del Parco nazionale dell’Alta Murgia, in programmadal prossimo settembre. Una scelta saggia che fa ben sperareper il futuro delle altre aree protette e dei siti della ReteNatura 2000 dove sono presenti servitu’ militari”.

Lo dichiarano in una nota Antonio Nicoletti e FrancescoTarantini, rispettivamente responsabile nazionale areeprotette di Legambiente e presidente di Legambiente Puglia -regione che ospita il Parco- chiedendo, al contempo, diistituire un tavolo interministeriale per risolvere ilproblema delle servitu’ militari che gravano sulle areeprotette.

”Quello del Parco dell’Alta Murgia – affermano i dueambientalistio – rappresenta, infatti, un primo risultatoconcreto nella battaglia avviata dal Parco nazionale, esostenuta da Legambiente e dalle altre associazioni, per direbasta alle esercitazioni militari e per rilanciare unaconcreta valorizzazione di queste aree sul piano turistico enaturalistico”. Nicoletti e Tarantini sottolineano, inoltre, che ”ognianno le esercitazioni militari non solo minacciano edanneggiano l’ambiente, ma sono incompatibili con la tuteladella natura e dei delicati ecosistemi delle aree naturaliprotette, un patrimonio naturalistico di cui siamo leader inEuropa per superficie protetta. Troppo spesso si dimentica -ammoniscono in due esponenti di Legambiente – che i parchinaturali sono una risorsa preziosa per il Paese, dato cheproducono il 3,2% della ricchezza della Penisola. Rilanciarlie valorizzarli significa contribuire a superare la crisieconomica del Paese e a rilanciare le economie locali.

Pertanto chiediamo che sia convocato un tavolo nazionalecongiunto tra ministero dell’Ambiente e della Difesa perrisolvere una volta per tutte la spinosa questione delleservitu’ militari che gravano sulle aree protette”. stt/lus

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su