Header Top
Logo
Mercoledì 29 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Scommesse: dopo l’estate anche in Italia si puntera’ sul gossip

colonna Sinistra
Martedì 30 luglio 2013 - 18:49

Scommesse: dopo l’estate anche in Italia si puntera’ sul gossip

(ASCA) – Roma, 30 lug – Ancora poche settimane, e poi anchein Italia si potra’ scommettere ”all’inglese”. Puntando sulcolore del vestito di Belen Rodriguez o sulla prossima multadi Mario Balotelli. Anche da noi, dunque, arriveranno le”novelty bets”, le scommesse su costume e gossip che tantovanno di moda in Inghilterra, cosi’ come abbiamo imparato aconoscere nella lunga attesa per la nascita del Royal Baby.

Luigi Magistro, vicedirettore dell’Agenzia delle Dogane e deiMonopoli – che gestisce il settore delle scommesse in Italia- ha appena firmato, secondo quanto risulta ad Agipronews, ildecreto sul cosiddetto ”palinsesto complementare”, chepermettera’ ai bookmaker made in Italy di duellare a colpi difantasia con i loro colleghi inglesi.

Le ”novelty bets” prendono spunto dalla cronaca etramutano in quota qualsiasi cosa appaia sulle prime paginedei giornali o sulle copertine dei rotocalchi piu’ o menorosa. Il futuro dell’euro, le bizze del meteo, il vestitoindossato dalle star del cinema o della televisione, tuttoquanto ”fa notizia”, seppur con qualche limitazione.

Oltremanica le ”novelty bets” sono affidate liberamentealla creativita’ dei quotisti, in Italia ci sara’ bisogno diun controllo supplementare. Le richieste su scommesse”speciali” andranno inoltrate all’Agenzia delle Dogane (chedara’ una risposta entro 30 giorni, altrimenti la propostastessa decadra’) per ottenere l’autorizzazione ad aprire ilgioco. Ogni proposta dovra’ ricevere una valutazione di”opportunita”’: nessuna puntata sulle elezioni politicheitaliane, bandite le scommesse che implichino discriminazionidi sesso, razza, religione o che invadano la privacy, deipersonaggi pubblici a cui si fa riferimento. Il risultatodelle scommesse sara’ nella maggior parte dei casiautocertificato, con sanzioni per chi bara.

Nel testo definitivo e’ stato eliminato il contributosupplementare – a carico dei bookmaker – dello 0,5%, daaggiungere alla normale tassazione delle scommesse. I tempiper il lancio del nuovo servizio – molto atteso daglioperatori – sono stimati in qualche settimana, con i primiesperimenti ”sul campo” che potrebbero partire trasettembre e ottobre. red/mar

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su