Header Top
Logo
Giovedì 30 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Immigrati: Istat, 15% nati in Italia nel 2012 sono stranieri

colonna Sinistra
Venerdì 26 luglio 2013 - 10:32

Immigrati: Istat, 15% nati in Italia nel 2012 sono stranieri

(ASCA) – Roma, 26 lug – I nati stranieri nel 2012costituiscono il 15% del totale dei nati da residenti inItalia. Rispetto all’anno precedente, l’incremento dellenascite di bimbi stranieri e’ dell’1%, inferiore a quelloriscontrato per il 2011 rispetto al 2010 (+1,3%). E’ quantosi legge nel censimento sulla popolazione straniera residentein Italia presentato oggi dall’Istat, in cui si specifica cheil 15% corrisponde a 79.894 nati da genitori stranieriresidenti in Italia. Mentre nel 2012 l’incremento e’ statosolo dell’1%, tra il 2011 e il 2010 questo e’ statodell’1,3%. Il trend, quindi, e’ l’opposto di quello fattoregistrare dai nati di cittadinanza italiana (nati da almenoun genitore italiano) che risulta, ormai da quattro anni, indiminuzione. Inoltre, anche le cancellazioni per morte restanosostanzialmente stabili (diminuiscono dell’1,2%) e siconfermano peraltro in numero contenuto (5.554), inconseguenza della giovane struttura per eta’ dei cittadinistranieri. Il tasso di natalita’ (nati per mille residenti)per la popolazione straniera nel 2012 e’ di molto superiore(18,9 per mille) rispetto al corrispondente tasso calcolatoper la popolazione di cittadinanza italiana (8,2 per mille).

All’inverso, il tasso di mortalita’ degli stranieri (1,3 permille) e’ di molto inferiore al corrispettivo per lapopolazione italiana (11 per mille).

Tuttavia, il saldo naturale positivo della popolazionestraniera (+74.340 unita’) non riesce a compensare il saldonaturale degli italiani (-153.037 unita’) fortemente negativoper il 20121. In sintesi, dunque, la crescita della popolazione stranieraregistata nel corso del 2012 e’ costituita dalle seguentivoci di bilancio: il saldo naturale positivo (+74.340unita’); il saldo migratorio estero positivo (+283.087); ilsaldo per rettifiche post-censuarie positivo (+72.164); ilsaldo interno e per altri motivi (-95.469) – comprese leacquisizioni della cittadinanza italiana (65.383). Siriscontra in definitiva, anche per l’anno in esame, ilcontributo decisivo dei residenti stranieri ai fini dellacrescita demografica dell’Italia: senza di essi l’Italiasarebbe un Paese con popolazione in diminuzione.

red/res

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su