Header Top
Logo
Giovedì 22 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Infanzia: Istat,da 2004 -100 euro spesa pro capite Comuni per asilo nido

colonna Sinistra
Giovedì 25 luglio 2013 - 12:00

Infanzia: Istat,da 2004 -100 euro spesa pro capite Comuni per asilo nido

(ASCA) – Roma, 25 lug – Nel 2011/2012 i comuni italiani hannospeso in media 397 euro all’anno per ciascun bambino, cioe’100 euro in meno rispetto al 2004. E’ quanto emerge dalrapporto Istat presentato oggi sull’offerta comunale di asilinido e altri servizi socio educativi per la prima infanzia inItalia nel 2012. L’Istat precisa che nel 2011, la spesaimpegnata dai comuni per gli asili nido e’ di circa 1miliardo e 534 milioni di euro: il 18,8% di tale spesa e’rappresentato dalle quote pagate dalle famiglie, pertantoquella a carico dei Comuni e’ di circa 1 miliardo e 245milioni di euro.

Grandi differenze, segnala l’Istituto di statistica, trale varie zone della Penisoli: il Centro Italia si mantienenettamente al di sopra delle altre ripartizioni (nel 2011 laspesa media pro-capite e’ pari a 743 euro) anche sel’andamento appare decrescente (rispetto alla spesapro-capite del 2004 nei comuni del Centro si ha un decrementodi 349 euro annui, pari al 32%, mentre a livello nazionale ildecremento e’ di 101 euro, pari al 20,2%).

Seguono i comuni del Nord-est, con valori sempre superiorialla media italiana (489 euro pro-capite nel 2011, con undecremento di 140 euro rispetto al 2004, pari al 22,2%) e icomuni del Nord-ovest, dove un iniziale svantaggio rispettoalla media nazionale e’ quasi interamente colmato da unaumento della spesa nel 2011 (quando la spesa pro-capite siattesta sui 382 euro, solo il 3,1% in meno rispetto al2004).

Nelle isole, inoltre, dopo un calo iniziale fra il 2004 eil 2008, la spesa si stabilizza al di sopra dei 200 europro-capite (237 euro nel 2011), con valori comunque inferiorialla media dei comuni italiani e con un decrementocomplessivo del 47,3% rispetto al 2004. Infine i comuni delSud, che hanno una media di 111 euro pro-capite di spesa nel2011, mantengono un andamento quasi costante, anche se lavariazione rispetto al 2004 e’ di segno negativo (-15,5%,pari a 20 euro pro-capite in meno) e la distanza dal restodel Paese rimane significativa.

red/res

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su