Header Top
Logo
Lunedì 26 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Ambiente: presentata ‘carovana delle Alpi 2013’

colonna Sinistra
Giovedì 25 luglio 2013 - 13:53

Ambiente: presentata ‘carovana delle Alpi 2013’

(ASCA) – Roma, 25 lug – E’ iniziata la ‘carovana delle Alpi2013’ di Legambeinte per denunciare gli abusi edilizi che sicompiono sulle Alpi italiane effettuando un ‘check up’ statodi salute dell’ambiente assegnando le bandiere nere e quelleverdi. Quest’anno sono undici le bandiere nere chel’associazione ambientalista da’ ai nemici della montagna,per i danni causati al territorio da amministrazioni esocieta’. Delle 11 bandiere nere, 3 sono state andate alFriuli Venezia Giulia e alla Lombardia, 2 al Piemonte, unarispettivamente al Veneto, Trentino e Valle D’Aosta. E’quanto si legge in una nota diffusa dalla stessa Legambienteche pero’, ricorda, non mancano le buone praticheecosostenibili e le idee positive per uno sviluppo localegreen, come testimoniano le sette le bandiere verdi date,invece, a chi ha saputo valorizzare l’arco alpino. In primalinea ci sono le esperienze modello di alcune amministrazionicomunali, di aziende agricole, stabilimenti, associazioni ecomitati del Friuli Venezia Giulia (2 bandiere verdi), Veneto(1), Trentino (1), Lombardia (1), Piemonte (1) e Valled’Aosta (1) che puntano, ad esempio, sulla reinterpretazionee scoperta della tradizione agricola e a soluzioniecocompatibili per la valorizzazione del patrimonio forestalelocale. ”La fotografia scattata dalla ‘carovana delle Alpi 2013′- dichiara Vittorio Cogliati Dezza, presidente di Legambiente- dimostra che c’e’ ancora molto da fare per la tutela e lavalorizzazione delle Alpi. Serve infatti una maggiore difesae valorizzazione di questo splendido territorio, ricco distoria, di risorse naturali e culturali. Investiresull’ambiente alpino significa dare impulso all’economialocale, creare occupazione e creare le condizioni permigliorare la possibilita’ di ”abitare” la montagna. Questirisultati passano anche attraverso la possibilita’ di farconoscere la bellezza di questi luoghi grazie anche ad unturismo ecosostenibile. Le localita’ montane racchiudono inse’ un grande potenziale in termini di risorse naturali edeconomiche che le amministrazioni locali, quasi sempre primedestinatarie delle Bandiere Nere, devono interpretare e usareal meglio attraverso uno sviluppo basato sulla green economye attuando appropriate politiche di gestione del territoriopiu’ sostenibili. Troppo spesso ci siamo dimenticati che laqualita’ e la sicurezza della pianura dipendono dall’uso chesi fa dei territori montani, e’ in questo senso che le Alpisono un bene comune di tutti”.

red

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su