Header Top
Logo
Lunedì 26 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Fonsai: Giulia Ligresti dal pm per 7 ore, ‘confronto franco e positivo’

colonna Sinistra
Mercoledì 24 luglio 2013 - 18:14

Fonsai: Giulia Ligresti dal pm per 7 ore, ‘confronto franco e positivo’

(ASCA) – Torino, 24 lug – Con l’interrogatorio di GiuliaLigresti, ex presidente Premafin, l’inchiesta Fonsai sembrafare qualche passo in avanti. Se fino ad oggi la posizionedegli indagati e’ stata considerata ”dialettica”, oggi dopoil lungo interrogatorio, oltre 7 ore, della figlia del patronSalvatore Ligresti, gli inquirenti avrebbero raccolto qualcheelemento in piu’. Del resto non e’ la prima volta che GiuliaLigresti incontra il pm Marco Gianoglio, che conduce, assiemeal procuratore aggiunto Vittorio Nessi, l’inchiesta per ilfalso in bilancio e per aggiotaggio attorno al gruppoassicurativo gia’ controllato da Premafin.

Il magistrato ha gia’ sentito Giulia Ligresti altre trevolte nel corso dell’inchiesta partita nell’aprile 2012,durante la quale ha ordinato una perquisizione nella casadella donna e il sequestro di un dossier relativo a presuntemanovre per estromettere il padre dal comando del gruppo.

”E’ stato un confronto molto sereno, estremamente franco epositivo – hanno commentato al termine dell’interrogatorio ilegali Alberto Mittone e Gianluigi Tizzoni – abbiamo difronte un magistrato molto tranquillo e colloquiale”.

”Certamente la signora non e’ serena – ha aggiunto Mittone-, i salti rappresentano sempre un rischio. E lei e’ statacatapultata in carcere (a Vercelli, ndr) da una vita serena etranquilla. La lunghezza del colloquio, (dalle 9 alle 17 ndr)e’ dovuta anche alla faticosita’ personale”.

Nel corso dell’interrogatorio ci sono state due pause e aquanto risulta Gulia Ligresti non avrebbe toccato cibo,malgrado l’insistenza dei suoi legali. Mittone hasottolineato ”il grado di difficolta’ espositiva particolareper Giulia Ligresti in un mondo completamente sconosciuto.

Noi abbiamo cercato di fare la nostra parte”.

Giulia Ligresti, come gli altri personaggi coinvoltinell’inchiesta, sara’ sentita dal pm ancora una volta.

Domani tocchera’ all’ex vicepresidente Antonio Talarico,mentre martedi’ sara’ la volta di Salvatore Ligresti. Il 27luglio poi scadra’, per tutti gli indagati tranne che per gliex AD Fausto Marchionni e Emanuele Erbetta, il termine per lapresentazione al giudice del riesame della richiesta diannullamento o di modifica dei provvedimenti di custodiacautelare.

eg/sam/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su