Header Top
Logo
Martedì 21 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Tci: presentata alla Farnesina la Carta turistica socio all’estero

colonna Sinistra
Martedì 16 luglio 2013 - 16:49

Tci: presentata alla Farnesina la Carta turistica socio all’estero

(ASCA) – Roma, 16 lug – Il Touring Club Italiano e ilMinistero degli Affari Esteri hanno presentato oggi la CartaTuristica Socio Estero Touring Club pensata e ideata per iconnazionali residenti all’estero e per gli stranieri inviaggio nel nostro Paese.

A presentare l’iniziativa a Roma presso la Sala Aldo Morodella Farnesina, l’Ambasciatore Michele Valensise, SegretarioGenerale del Ministero degli Affari Esteri, Franco Iseppi,Presidente del Touring Club Italiano, l’ AmbasciatoreCristina Ravaglia, Direttore Generale per gli Italianiall’Estero e le Politiche Migratorie, l’Ambasciatore AndreaMeloni, Direttore Generale per la Promozione del SistemaPaese e Paolo Sozzi, Direttore Pianificazione Strategica &Innovazione del TCI.

La Carta Turistica Socio Estero Touring Club nasce conl’obiettivo sia di rinsaldare e rinnovare i legami deiconnazionali residenti all’estero con l’Italia sia difacilitare i viaggi degli stranieri che hanno scelto ilnostro Paese come destinazione turistica. Il Touring ClubItaliano, nato oltre un secolo fa per far conoscere l’Italiaagli italiani, grazie al supporto del Ministero degli AffariEsteri, si candida ad essere un valido compagno di viaggiocon sconti su strutture ricettive e mezzi di trasporto, maanche agevolazioni in musei e siti archeologici senzatrascurare le eccellenze enogastronomiche al fine di offrireuna un’esperienza unica e completa a coloro che sceglierannol’Italia come meta del loro viaggio. ”Offrire agli italiani all’estero e agli stranieri cheamano il nostro Paese – afferma Franco Iseppi, Presidente delTouring Club Italiano – la possibilita’ di scoprire econoscere l’Italia in modo piu’ semplice e con attenzionealla qualita’ e’ per il Touring Club motivo di orgoglio. DalDopoguerra il nostro Paese, forte di una notorieta’indiscussa e di una tradizione che la vedeva destinazione diviaggio gia’ all’epoca del Grand Tour, ha conosciuto unosviluppo turistico rilevante nel contesto internazionaledetenendo per lungo tempo il primato mondiale di Paese piu’visitato. Oggi – continua Iseppi – gli arrivi internazionaliverso il nostro Paese sono oltre 46 milioni e dobbiamolavorare al fine di rilanciare l’Italia come destinazione pereccellenza del turismo internazionale. Perche’ questo avvenganon possiamo piu’ pensare al turismo come un bene, ma come unprodotto di sistema che dipende dalla relazione virtuosa chesi stabilisce tra le politiche ambientali, il modello digovernance del sistema, la qualita’ dei prodotti e deiservizi, l’accoglienza e una struttura di interrelazione.

com/sat

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su