Header Top
Logo
Martedì 28 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Sanita’: strutture fatiscenti, aumentano segnalazioni a Pit-Salute

colonna Sinistra
Martedì 16 luglio 2013 - 10:31

Sanita’: strutture fatiscenti, aumentano segnalazioni a Pit-Salute

(ASCA) – Roma, 16 lug – Aumentano di molto le segnalazioni alTribunale per i diritti del Malato di Cittadinanzattivariguardanti le condizioni delle strutture sanitarie, passandodal 15% del 2011 al 23% del 2012. Lo evidenzia il RapportoPit.Saluteche stoolinea: ”L’Italia resta uno dei migliorisistemi sanitari in Europa, in termini di accesso e diservizi offerti, ed e’ impensabile che i cittadini segnalinostrutture fatiscenti e prive degli standard minimi diigiene”. Le segnalazioni sulle disattenzioni del personalesanitario, ovvero tutti quei comportamenti che, pur nonavendo causato un danno, rappresentano procedure incongrue epotenzialmente rischiose, rimangono pressoche’ invariate esono ancora una percentuale consistente delle segnalazioni inquest’ambito (12,1% del 2011, 12,5% nel 2012).

Il 17,7% delle persone (16,3% nel 2011) si rivolge alTribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva per casidi presunto errore medico, con una diminuzione di quellirelativi ai presunti errori diagnostici e terapeutici, (62,7%del 2011, 57% del 2012).

Il maggior numero di segnalazioni su presunti erroridiagnostici si riscontra nell’area oncologica, con il 27,3%,dato in lieve aumento rispetto al 26,5% del 2011. La seconda area piu’ segnalata resta l’ortopedia, che siattesta ad un 14,3%, e a seguire l’area della ginecologia edostetricia con il 9,1% delle segnalazioni.

Invece, per quanto riguarda gli errori terapeutici,l’ortopedia continua ad essere l’area con il maggior numerodi segnalazioni (32,1%), dato in aumento rispetto all’annoprecedente in cui registravamo il 23.1%. Segue la chirurgiagenerale, con un 11,2% e la ginecologia ed ostetricia conl’8,2% dei casi.

Una delle aree nelle quali si riscontrano casi dimalpractice risulta essere anche l’utilizzo di protesidifettose. Si tratta del 3,4% dei casi, in particolarerelativi a protesi mammarie e protesi d’anca.

Migliorano i servizi di assistenza primaria di base (cheriguardano per lo piu’ il Medico di base, il Pediatra dilibera scelta e la Guardia Medica), 25,9% nel 2011 e 23,4%nel 2012, mentre mantengono un trend al ribasso i servizi perla salute mentale (15,5% nel 2011, in aumento fino al 17% nel2012 a conferma delle difficolta’ di organizzazione in questoambito). Maggiormente problematico e’ anche ottenere iservizi di assistenza domiciliare (nel 2012 valore 16,4%, era14,3% nel 2011), cosi’ come l’assistenza protesica edintegrativa, che ottiene un aumento delle segnalazioni dal9,1% del 2011 all’11,3% del 2012.

Quanto a ‘Umanizzazione delle cure’ le segnalazioninegative riguardano il 3,8% del totale. I cittadini lamentano atteggiamenti sgarbati verso i pazienti(oltre un terzo delle segnalazioni: nel 2012 il valore e’ del31,5%, in calo rispetto al dato 2011, 36,6%), incuria (30,2%del totale, nel 2012; in aumento rispetto all’annoprecedente, con 25,9%) e maltrattamenti veri e propri (14,8%nel 2012, 13,4% nel 2011). Nell’11,3% dei casi, inoltre, e’difficile ricevere dal personale sanitario informazioni sulproprio stato di salute (il dato era pari al 9,8% nel 2011),o si registrano episodi di violazione delle norme sul dirittoalla privacy (5% e’ il dato per il 2012, 6,3% nel 2011). red/mpd/mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su