Header Top
Logo
Lunedì 26 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Miss Italia: Oss. Romano, diventato misero carrozzone. Merita oblio

colonna Sinistra
Martedì 16 luglio 2013 - 16:14

Miss Italia: Oss. Romano, diventato misero carrozzone. Merita oblio

(ASCA) – Citta’ del Vaticano, 16 lug – Miss Italia e”’diventato un misero carrozzone”. Lo scrive l’OsservatoreRomano sottolineando che ”parlare male del concorso di MissItalia, oggi, e’ come sparare sulla Croce Rossa. Se bene hafatto Annamaria Tarantola a cancellarlo dal palinsesto dellaRai, ritenendolo non idoneo al servizio pubblico, dobbiamoanche ricordare che negli ultimi anni gli ascolti eranocrollati: di ragazze in costumi da bagno, ormai, ne vediamo atutte le ore e su tutti i canali”. Oggi al concorso, rileva il giornale vaticano, ”sipresentano ragazze piu’ o meno pesantemente ritoccate dallachirurgia estetica, gia’ da anni in cerca di un quarto d’oradi celebrita’, che talvolta sventolano improbabili lauree ointeressi culturali assolutamente inutili quanto improbabili.

E il loro avvenire, anche in caso di vittoria, non e’ certoroseo: le aspettano una serie di comparsate pubblicitarie perun anno, e poi l’obli’o, a meno che non riescano a riciclarsicome veline. Le ragazze piu’ sveglie, e altrettanto belle,cercano di farsi strada per altre vie, essendo quella ormaichiaramente poco fruttuosa”. Ma il concorso di Miss Italia, ricorda l’OsservatoreRomano, ”non e’ sempre stato questo povero carrozzone: neglianni del dopoguerra, e’ stato un’occasione per molte ragazze,dalla bellezza rigorosamente naturale, quindi deliziosamenteimperfetta, di origini umili e vestite senza tante pretese,gli sponsor non erano ancora in auge, di farsi conoscere espesso iniziare carriere importanti, o almeno fare un buonmatrimonio”. Allora, conclude il giornale della Santa Sede, ”piu’ checriticare Miss Italia, e’ giusto lasciarla cadere nell’oblioche oggi merita, e magari invece denunciare altre forme dimanipolazione dell’immagine femminile, come il pesantericorso alla chirurgia estetica anche da parte digiovanissime che rincorrono una perfezione non umana pensandocosi’ di ‘realizzarsi’ in qualche modo”.

dab/mar/rob

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su