Header Top
Logo
Sabato 18 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Disabili: via a Piano d’azione. Associazioni, questo governo sensibile

colonna Sinistra
Giovedì 11 luglio 2013 - 16:18

Disabili: via a Piano d’azione. Associazioni, questo governo sensibile

(ASCA) – Roma, 11 lug – L’Italia ha un Programma d’azionebiennale sulla disabilita’, varato in ottemperanza allaConvenzione Onu del 2006 sui diritti delle persone condisabilita’. Lo hanno annunciato durante una conferenza stampa a Romail ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, EnricoGiovannini, e il suo vice Maria Cecilia Guerra, alla vigiliadella ‘IV Conferenza nazionale sulle politiche delladisabilita” che si terra’ domani e dopodomani a Bologna allapresenza di oltre 100 esperti in materia.

Il Programma – che segue la stesura del primo Rapportoitaliano sulla implementazione della Convenzione, trasmessoall’Onu nel 2012 – punta alla promozione dei diritti el’integrazione delle persone con disabilita’ ed e’ statoelaborato a marzo dall’Osservatorio nazionale con ilcoinvolgimento delle principali federazioni delle persone condisabilita’, sulla base del principio ”nulla su di noi senzadi noi”, sancito proprio dalla Convenzione Onu.

”A questo principio si ispira anche lo slogan’partecip…azione’ ideato per la Conferenza: condividere lepriorita’ e le modalita’ migliori per la concretaapplicazione delle proposte contenute nel Programma per iprossimi due anni”, ha indicato il vice ministro Guerraaggiungendo che ”dobbiamo passare alla realizzazioneconcreta delle misure e vogliamo che anche questa fase siaampiamente partecipata”.

”Dobbiamo essere operativi”, le ha fatto eco il ministroGiovannini, sottolineando l’importanza dell’azione dimonitoraggio prevista sull’applicazione del Programma che,grazie ad una convenzione con l’Istat, ”acquisira’ i datiper renderli disponibili nel 2014”.

Il governo incassa cosi’ l’apprezzamento della Federazionetra le associazioni nazionali dei disabili (Fand) e dellaFederazione italiana per il superamento dell’handicap (Fish)che hanno attivamente contribuito a scrivere il Programmad’azione.

”Questo governo ha dimostrato maggiore sensibilita’ neiconfronti della disabilita”’, ha riconosciuto il presidenteFand, Giovanni Pagano. Cosi’, anche nell’analisi del numerouno di Fish, Pietro Vittorio Barbieri, ”dal recente dllavoro sono arrivati segnali positivi che si sommanoall’impegno per finanziarie il Fondo per l’occupazione deidisabili”.

D’altra parte, le due Federazioni avanzano la richiesta diescludere dal conteggio Isee l’indegnita’ di accompagno inquanto ”non costituisce reddito per il disabile, ma unostrumento per acquistare sevizi che lo stato non fornisce”.

Il Programma d’azione sulla disabilita’ prevede 7 settelinee di intervento che coprono trasversalmente gli aspettipiu’ importanti per la piena inclusione nella vita socialedei disabili e per ogni intervento individua l’obiettivo e iltipo di azione necessaria per conseguirlo. Tra le proposte piu’ significative vi e’ il superamentodella nozione di invalidita’ civile ”non piu’ basata su meretabelle e percentualizzazioni, ma su una visione complessivadell’individuo, dell’ambiente in cui vive, dei suoidiritti/doveri” ha spiegato il viceministro Guerra. L’altro punto su cui fa leva il Programma e’ condurre iltema della disabilita’ al centro delle politiche del lavoro.

”Il Programma d’azione rappresenta un primo fondamentalecontributo alla definizione di una complessiva azionestrategica da parte dell’Italia sul tema della disabilita’ inaccordo col nuovo quadro delle Nazioni unite e pienamentecoerente con la Strategia europea sulla disabilita’2010-2020”, ha concluso il vice ministro Guerra.

stt/mpd

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su