Header Top
Logo
Lunedì 1 Maggio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Salute: piu’ rischio calcoli reni con abuso bibite gassate e zuccherate

colonna Sinistra
Martedì 9 luglio 2013 - 13:45

Salute: piu’ rischio calcoli reni con abuso bibite gassate e zuccherate

(ASCA) – Roma, 9 lug – Bere bibite gassate e zuccherateaumenta il rischio di sviluppare calcoli renali. E’ quantohanno scoperto ricercatori della Facolta’ di Medicina eChirurgia ”A. Gemelli” dell’ Universita’ Cattolica di Roma,insieme ai colleghi della prestigiosa Harvard University diBoston. Chi consuma un bicchiere o una lattina al giorno dibevande carbonate (gassate) ha un rischio di calcoli del23-33% maggiore rispetto a chi consuma meno di una lattinaalla settimana.

La scoperta e’ frutto di un maxi-studio durato otto anniche ha coinvolto 194 mila persone, che e’ stato pubblicatosulla rivista Clinical Journal of the American Society ofNephrology ed e’ stato condotto da Pietro Manuel Ferraro,nefrologo presso l’Unita’ Operativa di Nefrologia e Dialisidell’Universita’ Cattolica del Sacro Cuore-ComplessoIntegrato Columbus diretta da Giovanni Gambaro.

”Il nostro studio – spiega Gambaro – suggerisce inoltreche caffe’ e te’ non siano controindicati per la salute deireni, ma che, al contrario, possano essere potenzialmentebenefici nei pazienti con calcoli renali. Finora, si tendevaa dire che te’ e caffe’ devono essere assunti con moderazionedai pazienti con calcolosi in quanto sono fonte di sostanzedannose per i reni come l’ossalato. Il nostro studio tende asfatare questa idea”.

La calcolosi renale e’ una patologia frequente e inaumento nella popolazione generale. Uno dei capisaldi deltrattamento e della prevenzione di questa condizione e’ ilconseguimento di una adeguata idratazione.

”Il nostro studio, condotto su un campione di oltre194,000 soggetti seguiti nel tempo per oltre 8 anni, confermache non tutti i fluidi sono pero’ ugualmente benefici”,sottolinea Pietro Manuel Ferraro, UO di Nefrologia e Dialisidell’Universita’ Cattolica-CIC.

Uno dei capisaldi del trattamento e della prevenzione diquesta condizione e’ il conseguimento di una adeguataidratazione. Lo studio e’ stato condotto con lo scopo di verificarel’associazione tra il consumo di determinate bevande e losviluppo di calcoli renali in un campione della popolazionegenerale. L’assunzione eccessiva di bevande carbonate ezuccherate e’ un fattore di rischio noto per lo sviluppo dicondizioni come l’obesita’ o il diabete, che a loro voltaaumentano il rischio di sviluppare calcoli.

L’ipotesi avanzata dai ricercatori, pero’, e’ che lebevande gassate e zuccherate abbiano anche un effetto direttosui reni. ”La nostra analisi ha dimostrato che in uncampione della popolazione generale il consumo eccessivo dibevande carbonate e zuccherate era effettivamente associato aun aumento del rischio di calcoli, anche dopo aver preso inconsiderazione altri possibili fattori di rischio -sottolinea Ferraro- Per questo raccomandiamo a tuttiun’assunzione limitata (non superiore a una lattina allasettimana) di bevande gassate zuccherate, in particolare acoloro che sono affetti da calcolosi o a rischio disviluppare tale condizione”.

red/mpd .

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su