Header Top
Logo
Mercoledì 22 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Sanita’: Federanziani, Tar Campania ristabilisce diritto a salute

colonna Sinistra
Mercoledì 26 giugno 2013 - 20:35

Sanita’: Federanziani, Tar Campania ristabilisce diritto a salute

(ASCA) – Roma, 26 giu – ”La Corte di Giustizia Popolare peril Diritto alla Salute e FederAnziani, federazione dellaterza eta’, plaudono al tribunale amministrativo regionaledella Campania che in nome del popolo italiano ha ristabilitocon sentenza il diritto alla salute falcidiato dal decreto156/2012 della struttura commissariale regionale pubblicatosul burc n.19 dell’8 aprile 2013. Cosi’ Federaznianicommenta la decisione del tribunale amministrativo che nongiudica incostituzionale la possibilita’ di scegliereliberamente il luogo dove curarsi.

Gli anziani italiani, in particolare i residenti dellaRegione Campania, ”plaudono non solo al contenuto dellasentenza, ma soprattutto alla tempestivita’ con cui iltribunale ha adottato un provvedimento di annullamento, inmeno di 60 giorni, ritenuto da FederAnziani record nazionale,ordinando alla Regione che la sentenza sia eseguitadall’autorita’ amministrativa. Infatti secondo il tribunalenon emergevano sufficienti ragioni ”costituzionali” chegiustificassero la restrizione del diritto alla saluteprotetto dall’art. 32, incidendo irragionevolmente sullaliberta’ di scelta del luogo di cura, senza perseguire gliobiettivi di contenimento della spesa pubblica. Inoltre lelimitazioni imposte dal decreto in questione risultavanodiscriminanti rispetto alle sole Regioni a cui si applicava,ovvero quelle limitrofe alla Campania. Infine, i ritardiregistrati nella composizione delle commissioni che avrebberodovuto rilasciare il ”nulla osta”, rischiavano dicostituire un ulteriore aggravio ai danni dei cittadini”.

”Sempre di piu”’, dichiara il Presidente di FederAnzianiRoberto Messina in rappresentanza della Corte di GiustiziaPopolare per il Diritto alla Salute, ”ci troviamo di frontea regole certe (costituzionali) vessate da regole locali chevengono imposte senza alcun fondamento di diritto, e sempredi piu’ l’impegno di FederAnziani e’ volto a difendere ildiritto alla salute cosi’ come sancito dalla CartaCostituzionale”.

”Non a caso”, conclude il Presidente Messina, ”lo staff diFederAnziani, attraverso l’informazione che viene dagli oltre3 milioni di aderenti alla federazione, vigila e vigilera’sempre di piu’ su ogni provvedimento delle Regioni, Asl, Asp,a tutela non solo degli aderenti a FederAnziani ma di tutti icittadini italiani”.

red/mpd

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su