Header Top
Logo
Martedì 25 Aprile 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Dolce & Gabbana: Pm, prove granitiche su evasione sofisticata

colonna Sinistra
Mercoledì 19 giugno 2013 - 11:35

Dolce & Gabbana: Pm, prove granitiche su evasione sofisticata

(ASCA) – Milano, 19 giu – Ci sono ”prove granitiche” chedimostrano la ”frode fiscale sofisticata” realizzata daglistilisti Domenico Dolce e Stafano Gabbana. E’ stato questo ilfilo conduttore dell’intervento reso in aula dal pm, LauraPedio, che rappresenta la pubblica accusa al processo sullapresunta maxi evasione fiscale dei due stilisti. Il magistrato, che ha voluto prendere la parola per lerepliche prima che i giudici si ritirino in Camera diconsiglio per la sentenza, ha anche parlato di ”esterovestizione ben costruita” a proposito della societa’ Gadoaperta in Lussemburgo. ”E tutte le cautele che sono stateusate – si e’ chiesto il pm – denotano prudenza o condottafraudolenta?”. Di certo, ha aggiunto, ”non si e’ mai vistodal punto di vista tributario avviare in Lussemburgo unasocieta’ che produce ricchezza e mantenere in Italia societa’che producono solamente costi”.

I due stilisti sono accusati di omessa dichiarazione deiredditi e dichiarazione infedele dei redditi (reato,quest’ultimo, gia’ caduto in prescrizione). Secondo l’ipotesiaccusatoria, formulata dal Pm Pedio, insieme al collegaGaetano Ruta, Dolce & Gabbana si sarebbero resi protagonistidi una maxi evasione fiscale da 400 milioni di eurociascuno.

La procura di Milano contesta inoltre ai due stilistiun’ulteriore frode, del valore di 200 milioni di euro,realizzata attraverso la societa’ Gado operante inLussemburgo. Di qui l’accusa mossa a Dolce & Gabbana di averaperto una societa’ ‘estero vestita’ a l’unico scopo dievadere il fisco italiano.

fcz/cam/rob

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su