Header Top
Logo
Mercoledì 28 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Vacanze: Coldiretti, 8,3 milioni italiani acquistano cibo come souvenir

colonna Sinistra
Martedì 18 giugno 2013 - 10:50

Vacanze: Coldiretti, 8,3 milioni italiani acquistano cibo come souvenir

(ASCA) – Roma, 18 giu – La crisi cambia le priorita’ invacanza con ben 8,3 milioni di italiani che scelgono ilprodotto agroalimentare tipico del territorio come souvenirpreferito, seguito da 3,5 milioni di italiani cheacquisteranno, invece, oggetti artigianali (ceramiche,tessuti, lavorazioni in legno) mentre gadget, magliette ecartoline interessano appena 2,2 milioni di italiani. E’ quanto afferma la Coldiretti nella prima analisi su”Le vacanze degli italiani a tavola nell’estate 2013”,nell’ambito dell’incontro promosso insieme alla FondazioneUniverde sulla base dei dati Ipr marketing. Nell’estate 2013 – sottolinea la Coldiretti – i prodottitipici come vino, formaggio, olio di oliva, salumi o conservevincono su tutte le altre scelte, ma va segnalato conpreoccupazione il fatto che quasi 4 italiani su 10 (37%)tornano a mani vuote dalle vacanze. Le difficolta’ economicheche costringono molti a risparmiare in vacanza spingono ancheverso spese utili, con l’enogastronomia che – sostiene laColdiretti – e diventata anche una componente irrinunciabiledella vacanza made in Italy.

L’Italia e’ l’unico paese al mondo – continua laColdiretti – a poter contare su un patrimonio di 4.671specialita’ tradizionali alimentari tutte esclusivamenteottenute secondo regole tradizionali protratte nel tempo peralmeno 25 anni e realizzate con metodiche praticate sul tuttoil territorio in modo omogeneo. A questi si aggiungono 252 prodotti Dop e Igp e 331 vini adenominazione di origine controllata (Doc), 59 adenominazione di origine controllata e garantita (Docg) e 118a indicazione geografica tipica (Igt). La ricerca dei souvenir alimenta il turismoenogastronomico che e’ anche favorito – sottolinea laColdiretti – dal moltiplicarsi, nel periodo estivo, dellesagre dedicate ai prodotti locali con circa 18 mila eventisul territorio nazionale, pari a una media di 250appuntamenti al giorno. Quasi tre italiani su quattro che rispondono (74%) ha gia’deciso – rileva la Coldiretti – che partecipera’ a sagredurante l’estate 2013 e di questi il 24% pensa di nonspendere niente, il 34% non piu’ di dieci euro per persona el’14% tra i 10 ed i 30 euro per persona. ”Sono ventuno milioni gli italiani che hanno acquistatonei mercati degli agricoltori, un atto che, in vacanza,significa anche una responsabilita’ sociale nel sostenerel’economia, l’occupazione e il paesaggio del territorio chesi sta visitando” afferma il presidente della Coldiretti,Sergio Marini, nel sottolineare che ”i mercati rappresentanonel contempo anche un formidabile strumento di coesionesociale, conoscenza, animazione sociale ed educazionealimentare, perche’ ricreano un legame profondo traconsumatore e produttore”.

com-stt

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su