Header Top
Logo
Giovedì 23 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Sanita’: cresce raccolta sangue al Bambino Gesu’. Verso 20mila sacche

colonna Sinistra
Venerdì 14 giugno 2013 - 13:11

Sanita’: cresce raccolta sangue al Bambino Gesu’. Verso 20mila sacche

(ASCA) – Roma, 14 giu – Oltre 16mila sacche di sangueraccolte nel 2012 da circa 15mila donatori. Un trend increscita per l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesu’, principaleCentro di raccolta di sangue del Lazio, che per il 2013 contadi superare le 20.000 unita’.

In occasione della ”Giornata mondiale del donatore disangue”, l’ospedale ha ricevuto oggi la visita del Ministrodella Salute, Beatrice Lorenzin, e fa il punto sull’attivita’di raccolta svolta.

Delle 16.096 sacche di sangue raccolte nel 2012 dalBambino Gesu’, quasi 10 mila hanno coperto il fabbisognointerno dell’Ospedale, le restanti 6.000 sono state destinatea rispondere alle emergenze del Lazio. Particolarmente buonoil livello di raccolta di piastrine, pari a 2.195 unita’. Idati del 2013 indicano un aumento del numero delle donazioni:nei primi 4 mesi sono state raccolte 5.472 sacche di sangue eper la fine dell’anno si stima di raggiungere le 22.000unita’, con un aumento previsto delle donazioni del 20%.

Per rispondere al sempre maggiore fabbisogno di sangue alivello regionale, nella sede di Palidoro verra’ raddoppiatol’impegno con la solidarieta’: a partire dalla prossimasettimana le giornate settimanali di raccolta saranno due, ilmartedi’ e il giovedi’ dalle 8.00 alle 11.30. Al Gianicolo,il Servizio Immunotrasfusionale del Bambino Gesu’ e’ attivotutti giorni (dal lunedi’ al sabato dalle 7.30 alle 11.30; ifestivi dalle 7.30 alle 11). Buona parte dell’attivita’ didonazione e di raccolta del sangue si svolge presso struttureesterne e dislocate sul territorio (scuole, parrocchie,caserme), sotto la supervisione e la diretta responsabilita’di personale medico e infermieristico dell’Ospedale.

”L’ospedale Bambino Gesu’ si conferma punto diriferimento nell’oncoematologia, nelle malattie rare, neitrapianti – ha ricordato il ministro Lorenzin al terminedella visita al MITA, il Modulo Interdisciplinare di TerapieAvanzate, ”questa e’ stata una visita molto importante ecostruttiva” e, esibendo con orgoglio i disegni dei piccolipazienti incontrati in reparto e in ludoteca ”questo e’ ilregali piu’ bello”, ha detto. mpd

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su