Header Top
Logo
Martedì 21 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Violenza donne: firmato protocollo Coni-Pari Opportunita’

colonna Sinistra
Martedì 11 giugno 2013 - 17:49

Violenza donne: firmato protocollo Coni-Pari Opportunita’

(ASCA) – Roma, 11 giu – Il Presidente del CONI, GiovanniMalago’, e la Ministra per le Pari Opportunita’, lo Sport ele Politiche Giovanili, Josefa Idem, hanno firmato questamattina al Foro Italico un protocollo d’intesa contro laviolenza di genere. Il documento, sottoscritto prima dellariunione di Giunta CONI, prevede l’istituzione di unasettimana – la prima di ottobre di ogni anno – nella quale leFederazioni, le Discipline Sportive e gli Enti di Promozionesi impegneranno a programmare un evento finalizzato alraggiungimento degli obiettivi legati al Protocollo. Lavalutazione dei progetti elaborati sara’ ad opera di ungruppo paritetico di lavoro composto da quattro componenti,due nominati dalla Ministra e due dal CONI, che concederannoanche il relativo patrocinio. Il Presidente Malago’ ha sposato l’idea con orgoglio.

”Abbiamo accettato un bellissimo invito da parte dellaMinistra che ha chiesto al nostro mondo un forte segnale diattenzione e sensibilita’ su un tema all’ordine del giorno,purtroppo in negativo. Lo sport puo’ e deve fare molto. E’forte il desiderio di far vedere che ci siamo e lo sport devedare l’esempio”.

La Ministra Idem ha espresso la sua soddisfazione per lafirma del protocollo. ”Sono molto orgogliosa di questafirma. Sono passate appena sei settimane dal nostroinsediamento e siamo qui a dare un segnale forte per lo sporte le pari opportunita’. Lo sport e’ uno strumentostraordinario per arrivare al cuore del Paese e per ilcontrasto della violenza di genere e in particolare quellisulle donne. Oggi con il ruolo che ricopro sono felice diinvitare tutti gli atleti a rendersi protagonisti in questabattaglia. Un’indagine Istat nel 2007 ha tracciato un quadropreoccupante in cui una donna su tre ha subito violenza. Piu’di 120 donne sono state uccise lo scorso anno, e’ un fenomenoquindi molto diffuso. Serve un cambiamento culturale e inquesto lo sport e’ essenziale perche’ entra nelle case ditutti”.

red/mar

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su