Header Top
Logo
Lunedì 26 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Salute: over 65 in buona salute ma forte impatto patologie oculari

colonna Sinistra
Martedì 11 giugno 2013 - 18:32

Salute: over 65 in buona salute ma forte impatto patologie oculari

(ASCA) – Roma, 11 giu – Nel mondo occidentale la maggiorparte della popolazione ”over 65” e’ in buona salute,tuttavia l’allungamento della vita non corrisponde sempre adun reale mantenimento della sua qualita’. Le malattie dellavista, ad esempio, hanno un impatto sociale assai rilevantedal momento che oggi la maggior parte delle informazioni edelle attivita’ socioculturali utilizza la funzione visivacome sistema primario.

La perdita di questa funzione, dunque, induce una minoreautosufficienza e un maggior isolamento in un’ampia fasciadella popolazione, con conseguenti problematiche individualie sociali il cui peso e’ destinato ad aumentare. LaDegenerazione Maculare Senile (AMD – Age related MacularDegeneration) e’ una patologia legata all’invecchiamento ede’ la principale causa di riduzione visiva nei soggetti coneta’ superiore ai 65 anni. In Italia colpisce circa 1 milionedi persone, ma il 75% della popolazione a rischio non conoscequesto problema. All’importanza della prevenzione, della diagnosi precoce edell’appropriatezza prescrittiva in questa patologia, oltreche di una corretta e capillare informazione, e’ statodedicato l’incontro dal titolo: ”Degenerazione MaculareSenile: impatto individuale e sociale della patologia e nuoviscenari di cura”, organizzato da AMD Italia Onlus eFederanziani, con il patrocinio del Senato della Repubblicaed il contributo non condizionato di Bayer Healthcare,Esistono due forme della patologia, quella secca e quellaumida. La prima e’ la forma piu’ comune e provoca un calovisivo lento e graduale e un deficit della visione centrale.

La forma umida (10-15% dei casi) determina, invece, un rapidoe progressivo calo visivo, associato a distorsione dellavisione centrale.

”Quello che appare paradossale e’ che, nonostante l’altaincidenza di questa patologia, ci sia una cosi’ scarsaconoscenza della stessa – dichiara Emanuela Tedeschi,Presidente di AMD Italia Onlus – .La diagnosi tempestiva,attraverso visite oculistiche da effettuare con regolarita’dopo i 55 anni, e’ di fondamentale importanza, perche’permette allo specialista di orientare il paziente verso itrattamenti piu’ adeguati. E’ opportuno ricordare che, securata in modo appropriato, la patologia non solo puo’ esserearrestata, ma puo’ anche regredire. Tuttavia – continua – laprevenzione passa attraverso un’informazione che, in questocaso, e’ ancora insufficiente.

Mentre la maggior parte della popolazione sa cosa sianopatologie come la cataratta o il glaucoma, per quantoriguarda la degenerazione maculare, a meno che una personasia interessata direttamente, o attraverso suoi familiari, sene ignora l’esistenza”. Per questo assume un’importanza rilevante la nascitadell’alleanza, annunciata durante il Convegno da BrunoLumbroso, Presidente Onorario di AMD Italia Onlus e RobertoMessina, Presidente di Federanziani, tra AMD Italia Onlus eFederanziani, volta alla promozione di iniziative mirate alladiffusione della conoscenza della Degenerazione MaculareSenile e alla realizzazione di interventi per la lottaall’ipovisione, favorendo o rafforzando le condizioni per un”invecchiamento attivo”, che passa anche attraversopolitiche di valorizzazione della persona over 65 all’internodella societa’. red/mpd

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su