Header Top
Logo
Martedì 27 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Immigrati: S. Sede, dignita’ umana non deve essere minacciata

colonna Sinistra
Giovedì 6 giugno 2013 - 12:18

Immigrati: S. Sede, dignita’ umana non deve essere minacciata

(ASCA) – Citta’ del Vaticano, 6 giu – ”Se una persona, uomoo donna, nel suo Paese non gode di una vita umanamentedignitosa, ha il diritto, in determinate circostanze, diandare altrove, poiche’ ogni essere umano ha una dignita’intrinseca che non dovrebbe essere minacciata”. E’ quantoemerge dal documento della Santa Sede ‘Accogliere Cristo neirifugiati e nelle persone forzatamente sradicate.

Orientamenti pastorali’ redatto congiuntamente dal PontificioConsiglio della Pastorale per i migranti e gli itineranti edal Pontificio consiglio ‘Cor Unum’.

In ogni caso, si legge nel documento, ”ogni migrante e’una persona umana che, in quanto tale, possiede dirittifondamentali inalienabili che vanno rispettati da tutti e inogni situazione”.

”Il nostro Documento – ha spiegato il presidente delPontificio Consiglio della Pastorale per i migranti e gliitineranti, il card. Antonio Maria Veglio’ durante lapresentazione in Vaticano – e’ una guida pastorale che parteda una premessa fondamentale, che fa da filo rosso all’interodocumento, cioe’ che ogni politica, iniziativa o interventoin questo ambito deve ispirarsi al principio dellacentralita’ e della dignita’ di ogni persona umana. Anzi, e’proprio questo principio a far si’ che l’assistenza, prestatadalle istituzioni della Comunita’ internazionale, dai singoliStati e dagli Organismi ecclesiali, non sia considerataun’elemosina, ma un atto dovuto di giustizia, da una parte, eun’autentica testimonianza di misericordia, dall’altra”.

dab/sam/alf

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su