Header Top
Logo
Sabato 24 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Welfare: Forum terzo settore, tavolo confronto con Ministero Lavoro

colonna Sinistra
Mercoledì 5 giugno 2013 - 16:41

Welfare: Forum terzo settore, tavolo confronto con Ministero Lavoro

(ASC) – Roma 5 giu – Istituire un Tavolo permanente diconfronto, consultazione e progettazione di strategiecondivise con il Ministero del lavoro e delle PoliticheSociali. Questa la richiesta emersa dall’incontro che si e’svolto questa mattina tra il Portavoce del Forum Nazionaledel Terzo Settore, con una delegazione del Coordinamentonazionale e il Ministro del Lavoro e delle Politiche socialiEnrico Giovannini e il Viceministro Cecilia Guerra.

Il Forum ha posto all’attenzione di Ministro eViceministro alcuni temi prioritari per il terzo settore, suiquali e’ necessario trovare riposte con estrema urgenza.

Dalla questione sociale del Paese, a quella del mantenimentodell’Iva al 4% per le prestazioni di servizi socio sanitaried educativi, al rifinanziamento del Fondo Nazionale per lePolitiche sociali e il Fondo sulla Non Autosufficienza, allastabilizzazione del 5 per mille, fino alla emanazione edimplementazione dell’ISEE e alla definizione di un PattoSociale Nazionale che veda coinvolti insieme Governo,Regioni, Comuni e parti sociali. Proposte dal Forum sonoarrivate anche sul tema dell’investimento in politiche diwelfare, a partire dal superamento della social card e finoall’introduzione di un piano d’azione nazionale contro lapoverta’. Accanto a questi temi, il Forum ha inoltre chiesto chevengano create le condizioni per l’avvio di uno sviluppoeconomico e sostenibile che garantisca coesione e sicurezzasociale, oltre che stabile occupazione, facilitando, inparticolare, l’occupazione giovanile, e tenendo conto delruolo che il terzo settore puo’ svolgere per il rilancio diquesto settore. ”Abbiamo chiesto che vengano messe in attoagevolazioni fiscali alle imprese che assumono giovani -dichiara il Portavoce Barbieri -, la revisione di alcunipunti della ”Legge Fornero” circa l’ingresso al lavoro, inspecie per alcune tipologie contrattuali, e che si operi unariforma dei servizi all’Impiego e delle Politiche attive peril lavoro, valorizzando le esperienze che il terzo settore hamaturato nell’inserimento lavorativo”.

red-gc/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su