Header Top
Logo
Giovedì 23 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Terni: C. Marini, chiedero’ a ministro Alfano di approfondire accaduto

colonna Sinistra
Mercoledì 5 giugno 2013 - 16:16

Terni: C. Marini, chiedero’ a ministro Alfano di approfondire accaduto

(ASCA) – Perugia, 5 giu – ”Come Presidente della RegioneUmbria chiedero’ formalmente al Ministro degli Interni,Angelino Alfano, di approfondire quanto avvenuto facendosiegli si’ interprete della difficile situazione economica esociale che vive il paese e anche la nostra regione”. E’quanto annuncia la Presidente della Regione Umbria, CatiusciaMarini, che a proposito di quanto accaduto stamani durante ilcorteo dei lavoratori dell’acciaieria a Terni nel corso delquale e’ rimasto ferito un operaio ed anche il sindacoLeopoldo Di Girolamo sottolinea ”i lavoratori e le famigliegiustamente preoccupati del futuro delle proprie aziende edel proprio posto di lavoro non possono essere assolutamentetrattati come un problema di ordine pubblico”. Per lapresidente ”il Governo deve affrontare questi temi sul pianodel dialogo e del confronto di fronte a questa graveemergenza economica e sociale. Voglio ricordare che leistituzioni territoriali umbre, Regione, Provincia, Comuni dasempre, con senso di responsabilita’, hanno svolto unafunzione propositiva di dialogo e di comprensione deifenomeni sociali con una gestione che non ha mai prodotto inquesta terra tensioni tali da richiedere l’intervento delleforze dell’ordine”. ”Sorprende pertanto – prosegue lapresidente – che lo schieramento del reparto mobile dellaPolizia di Stato di fronte alla stazione di Terni anziche’essere un contributo all’ordinato svolgimento dellamanifestazione dei lavoratori e’ divenuto elemento ditensione, determinando tafferugli che hanno portato alferimento dello stesso sindaco della citta”’. ”Ribadiscocon forza – aggiunge – tutto il mio disappunto e nelleprossime ore assumero’ un’iniziativa formale su quantoaccaduto a Terni anche al fine di evitare che le prossimesettimane – nelle quali ci troveremo ad affrontare nel meritola vicenda del passaggio proprietario dell’AST di Terni – sipossa rischiare di aumentare la tensione sociale che sarebbein contrasto con la storia decennale della nostra terra doveil diritto a manifestare – conclude – e’ sempre avvenuto nelrispetto delle regole e dell’ordine pubblico”.

pg/gc

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su