Header Top
Logo
Venerdì 24 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Salute:ogni anno 10mila arresti cardiaci in luoghi lavoro. Campagna VIVA

colonna Sinistra
Mercoledì 5 giugno 2013 - 20:53

Salute:ogni anno 10mila arresti cardiaci in luoghi lavoro. Campagna VIVA

(ASCA) – Roma, 5 giu – Sensibilizzare la popolazioneitaliana su cosa fare di fronte ad un’emergenzacardiorespiratoria, insegnare le manovre salvavita, anche aibambini, informare su quanto vasto sia il fenomeno dellemorti improvvise e soprattutto far capire che non bisognaaver paura di intervenire. Sono i principali obiettivi di”VIVA!” la settimana per la rianimazione cardiopolmonareche si svolgera’ in tutta Italia dal 14 al 20 ottobre 2013.

Un’iniziativa dedicata all’arresto cardiaco che avra’ il suoclou in ottobre, ma che in realta’ e’ gia’ in corso con unaserie di eventi e una campagna di comunicazione 2.0attraverso il web e i social network.

Ogni anno oltre 400.000 persone in Europa sono colpite daarresto cardiaco improvviso e molte di queste personepotrebbero essere salvate se fosse praticato subito ilmassaggio cardiaco e la defibrillazione precoce. Per l’Italia il testimone e’ stato raccolto da ItalianResuscitation Council (IRC), associazione scientifica senzascopo di lucro che aderisce a European Resuscitation Councile che da anni si occupa della formazione degli operatorisanitari e dei laici alla rianimazione cardiopolmonare. Nei luoghi di lavoro, ogni anno, si verificano 10.000 casi diarresto cardiaco. La sopravvivenza potrebbe aumentare dal 5%al 60% se la rianimazione cardiopolmonare associata alladefibrillazione fosse iniziata per tempo. Per questo motivol’iniziativa coinvolgera’ datori di lavoro e lavoratori inincontri e dimostrazioni di RCP e defibrillazione.

La stessa attenzione sara’ riservata al mondo dellascuola, partendo dal fatto che gli studenti di qualsiasieta’, anche della scuola primaria, imparano facilmente adeseguire le manovre di RCP. Per i piu’ giovani, oltre alledimostrazioni e ai corsi di addestramento, VIVA! harealizzato un videogioco, un video didattico eun’applicazione per smartphone e tablet.

Dalla scuola allo sport, altro ambito di estremaimportanza in cui non sono rari i casi di arresto cardiaco:in Italia si stima che almeno 100 persone l’anno muoianodurante attivita’ sportiva agonistica e non. VIVA! sara’quindi presente nei luoghi dedicati allo sport conaddestramenti collettivi e con la presenza durantemanifestazioni ed eventi sportivi.

Ed entrera’ anche negli ospedali e nei luoghi deputati allasalute. L’arresto cardiaco e’, infatti, un problema anchenelle strutture sanitarie. Ogni 1.000 ricoveri, 5 pazientihanno un arresto cardiaco e solo il 20% sopravvive.

Rafforzare la consapevolezza degli operatori sanitarisull’importanza della RCP di qualita’ e’ quindi un altroimportante obiettivo della campagna.

Ma forse il traguardo piu’ importante e allo stesso tempoil piu’ difficile e’ quello di entrare nelle case degliitaliani dove avviene la meta’ degli arresti cardiaci.

Attraverso un kit di addestramento e materiale pensato adhoc, VIVA! vuol far comprendere che, di fronte ad una vittimadi arresto cardiaco, tutti possono iniziare la RCPnell’attesa dell’arrivo dei soccorsi. L’importante e’conoscere le manovre di base, manovre semplici, sicure, chechiunque, anche senza una preparazione sanitaria specifica,e’ in grado di attuare.

red/mpd

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su