Header Top
Logo
Lunedì 27 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Salute: Regione Toscana, casi confermati nuova Sars sono tre

colonna Sinistra
Martedì 4 giugno 2013 - 18:49

Salute: Regione Toscana, casi confermati nuova Sars sono tre

(ASCA) – Firenze, 4 giu – ”I casi confermati di coronavirusa Firenze sono e restano tre. E i pazienti stanno bene.

Alcuni casi che ieri a un primo controllo erano sembratisospetti, oggi si sono rivelati negativi”.

Lo ha detto l’assessore al diritto alla salute della RegioneToscana Luigi Marroni che ha tenuto oggi pomeriggio unaconferenza stampa, a conclusione dell’incontro in assessoratotra l’unita’ di crisi della Regione Toscana e irappresentanti del Ministero della salute e dell’IstitutoSuperiore di Sanita’.

Con l’assessore, hanno fatto il punto della situazione MariaGrazia Pompa, direttore dell’ufficio malattie infettive delministero della salute, e Gianni Rezza, direttore deldipartimento malattie infettive dell’Istituto Superiore diSanita’.

Finora per la cosiddetta ‘Nuova Sars’ sono state sorvegliatecirca 60 persone, tutte quelle venute in contatto con i trepazienti ricoverati. Gli 8 casi che ieri, a un primoscreening fatto dal laboratorio di Virologia dell’Universita’di Firenze erano risultati a bassa positivita’, sono invecerisultati negativi a un secondo controllo fatto dall’IstitutoSuperiore di Sanita’. Un solo screening, spiegano gliesperti, non viene ritenuto sufficiente, i protocolliprevedono due esami, fatti da due laboratori diversi. All’ISSe’ stato fatto un secondo test, su porzioni diverse delgenoma virale, che ha dato esito negativo.

”La sorveglianza clinica messa in atto ha funzionato – haaggiunto Marroni – Continuera’ fino a che tutte le personevenute a contatto con i tre casi conclamati non avrannosuperato i 10 giorni dal primo contatto. Abbiamo concluso dapoco l’incontro dell’unita’ di crisi con i rappresentanti delMinistero e dell’Istituto Superiore di Sanita’ per fare ilpunto sulla situazione del coronavirus, e la situazione e’molto piu’ tranquillizzante di quanto era apparso in un primotempo, anche se non ancora conclusa”.

afe/mpd

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su