Header Top
Logo
Sabato 24 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Papa: presto 95 nuovi Beati, martiri durante la Guerra civile spagnola

colonna Sinistra
Martedì 4 giugno 2013 - 15:54

Papa: presto 95 nuovi Beati, martiri durante la Guerra civile spagnola

(ASCA) – Citta’ del Vaticano, 4 giu – La Chiesa avra’ presto95 nuovi Beati: sacerdoti, religiosi e laici uccisi in odioalla fede nel 1936, durante la Guerra civile in Spagna.

Riconosciuti quattro nuovi Venerabili Servi di Dio. PapaFrancesco ha autorizzato la Congregazione delle Cause deiSanti a promulgare i rispettivi Decreti sul riconoscimentodel martirio e delle virtu’ eroiche.

Durante la Guerra civile spagnola, ricorda Radio Vaticana,furono almeno 10mila i martiri: sacerdoti, religiosi,seminaristi, laici, uccisi barbaramente in un’ondata diviolenza anti-cattolica. Distrutte il 70% delle chiese. Tra inuovi Beati figurano Crisanto e 67 compagni martiri, tra cuidue laici, dei Piccoli Fratelli di Maria. Invano i suoiconfratelli avevano cercato di convincerlo a nascondersi:”Ho dato la mia parola – disse fra Crisanto due giorni primadi morire – non fuggiro’ anche se vengono per uccidermi. E semi uccidono sara’ unicamente perche’ sono religioso marista eperche’ compio il mio dovere. Se capita cosi’ mi considerofelice!”. Gli spararono a bruciapelo otto colpi di pistola.

Tra i martiri Maristi della Guerra civile spagnola figuranonon solo religiosi ma anche molti laici: cuochi, falegnami,muratori, semplici fedeli che hanno dato la vita per nonrinnegare la fede e che restano sconosciuti alle cronache deigiornali. L’odio non risparmio’ neanche le donne: tra leprossime Beate figurano anche suor Clementina ArambarriFuente e tre compagne, suore professe delle Serve di MariaMinistre degli Infermi, che furono crudelmente assassinate.

Il motto di suor Clementina era ”Sono di Dio”. Tra i nuoviVenerabili invece figurano due italiani: don Nicola Mazza,sacerdote veronese del 1800 impegnato a istruire e avviare allavoro ragazzi e ragazze sopraffatti dalla poverta’. DonNicola fu il primo nel 1850 a inviare in Africa comeevangelizzatori sacerdoti africani da lui formati. EVenerabile e’ suor Maria Celeste Crostarosa, fondatricedell’Ordine delle Suore del Santissimo Redentore, misticanapoletana del 1700. Superando numerose avversita’ spiritualie psicologiche, nonche’ ostilita’ ambientali, raggiunse lacomunione con Cristo che defini’ ”Riposo amoroso tuttoamabile”.

dab/gc

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su