Header Top
Logo
Martedì 27 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Sanita’: ISS, apre oggi ad Amsterdam sede Eatris

colonna Sinistra
Lunedì 3 giugno 2013 - 17:03

Sanita’: ISS, apre oggi ad Amsterdam sede Eatris

(ASCA) – Roma, 3 giu – Aperta da oggi ad Amsterdam la sededello European Advanced Translational Research Infrastructure(EATRIS), l’organizzazione europea deputata al raggiungimentodi un obiettivo ambizioso, ma fondamentale per la salute ditutti: accorciare le distanze che separano la ricercamedico-scientifica dalle sue applicazioni cliniche concrete,ovvero farmaci e strumenti diagnostici. Trasformando cosi’,attraverso una piu’ stretta cooperazione europea, i risultatiottenuti nei laboratori in benefici sostanziali per ilpaziente e il cittadino. L’Italia, rappresentata dall’ISS, sumandato del Ministero della Salute, ha un ruolo scientificoimportante, tanto che il ruolo di Direttore scientifico diEatris e’ ricoperto da Giovanni Migliaccio, ricercatoredell’ISS.

L’attuale progresso nella ricerca accademica – spiega sulsito l’Istituto Superiore di Sanita’ – impiega molto tempoprima di poter essere tradotto in prodotti o trattamentiterapeutici e cio’ comporta costi elevati. Etris e’finalizzata proprio ad abbreviare questo percorso e a ridurrei costi che la ricerca scientifica deve affrontare, graziealla cooperazione di oltre 60 prestigiose istituzioniaccademiche che metteranno a disposizione le loro competenzetecniche, attrezzature e capacita’ nell’ambito della ricercaclinica per i ricercatori, gli esperti accademici e del mondodell’industria. Tra di esse figurano organizzazioni di Paesiquali Finlandia, Italia, Repubblica Ceca, Estonia, Danimarca,Francia, Norvegia, Spagna, Olanda. In seguito alla decisionepresa cinque anni or sono di fondare EATRIS, questaorganizzazione ora apre le sue porte al mondo.

Eatri presto acquisira’ lo status di ERIC (EuropeanResearch Infrastructure Consortium, Consorzio Europeo per leInfrastrutture di Ricerca), una nuova entita’ legale creataspecificamente per l’esecuzione di progetti di ricercacongiunti a livello europeo. Fin dall’esordio di EATRIS nel 2008, l’ISS ha portato avanti,a seguito dell’incarico congiunto del Ministero della Salutee del MIUR, il mandato di coordinare la partecipazioneitaliana a quest’opera. A tal fine, l’Istituto ha avviato,durante la fase preparatoria, la costruzione del nodonazionale denominato IATRIS, (Italian Advanced TranslationalResearch Infrastructure), coordinato da Filippo Belardelli,direttore del Dipartimento di Ematologia, oncologia emedicina molecolare. IATRIS comprende una rete di istituzionidi eccellenza nel panorama nazionale in grado di darecontributi specifici e complementari nell’area della medicinatraslazionale. Nel corso del 2012 la rete IATRIS si e’ espansa includendoal momento 16 centri. Oltre all’ISS, il Centro RegionaleIndicatori Biochimici di Tumore – Consorzio IstitutoOncologico Veneto IRCCS (Venezia), il Centro di MedicinaRigenerativa ”Stefano Ferrari” di Modena, l’IstitutoDermatologico San Gallicano (Roma), l’Istituto Dermopaticodell’Immacolata (Roma), l’Istituto Mediterraneo per Trapiantie Terapie ad Alta specializzazione (Palermo), l’IstitutoNazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani(Roma), l’Istituto nazionale Tumori (Milano), l’IstitutoNazionale Tumori Fondazione ”G. Pascale” (Napoli),l’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena (Roma), gli IstitutiOrtopedici Rizzoli (Bologna), l’Istituto di RicercheFarmacologiche Mario Negri (Milano), l’Istituto ScientificoUniversitario San Raffaele (Milano), l’Istituto TumoriGiovanni Paolo II (Bari), l’Istituto di Ricerca Diagnostica eNucleare (Napoli), l’IMINET.

red/mpd

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su