Header Top
Logo
Venerdì 17 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Salute: Psoriasi, colpisce 3% italiani. Nuove linee guida ISS-ADOI

colonna Sinistra
Mercoledì 29 maggio 2013 - 18:20

Salute: Psoriasi, colpisce 3% italiani. Nuove linee guida ISS-ADOI

(ASCA) – Roma, 29 mag – Realizzate dall’Istituto Superiore diSanita’ in collaborazione con l’Associazione dei DermatologiOspedalieri Italiani (ADOI), sono state rese note le nuovelinee guida per la cura della psoriasi. malattia che riguardail 3% degli italiani, che saranno valide fino al 2016. La psoriasi, di cui sono affetti circa 2 milioni di italiani,e’ tradizionalmente definita come una malattia infiammatoriadella pelle ad andamento cronico-recidivante che, nella suaforma piu’ comune, si manifesta con placcheeritemato-squamose localizzate sulle superfici estensorie delcorpo. Dal concetto di psoriasi intesa come patologia aesclusivo interessamento cutaneo, si stia rapidamentepassando a quello di psoriasi intesa come malattiasistemica.

Un ampio ventaglio di comorbilita’ puo’ infatti associarsialla psoriasi, fra le quali, oltre alla ben nota artropatia,sono comprese malattie infiammatorie croniche intestinali,patologie oculari, cardiovascolari, ipertensione, diabete,disturbi psicologici. Le linee guida rappresentano uno strumento utile agarantire il rapido trasferimento delle conoscenze elaboratedalla ricerca biomedica nella condotta clinica quotidiana,ancora molto eterogenea a livello nazionale. ”Si tratta diraccomandazioni di buona pratica, formulate da panelmultidisciplinari di professionisti, in cui trovano opportunasintesi le migliori prove disponibili in letteratura e leopinioni degli esperti – afferma Ornella De Pita’,dell’Istituto dermopatico dell’Immacolata di Roma e pastpresident ADOI – a beneficio degli operatori sanitari e degliamministratori, per una migliore qualita’ e appropriatezzadell’assistenza resa al paziente. Oggi e’ piu’ indicatoparlare di psoriasi al plurale, dal momento che sono o sempremaggiori le modalita’ in cui si esprime la malattia”.

Diagnosticata prevalentemente dal dermatologo comporta, nonsolo nei casi piu gravi, forti disagi. Il 90% dei pazientitra i 18 e i 40 anni ha problemi dalla scelta dei vestitialle attivita’ sportive, al sonno alle attivita’scolastico/lavorative fino a disagi relazionali e sessuali.

”Il paziente deve rivolgersi tempestivamente a undermatologo per non lasciar suonare a vuoto eventualicampanelli d’allarme come l’interessamento ungueale o lesionidifficilmente rilevabili da parte di un occhio inesperto eper evitare di arrivare a comorbilita’ importanti comel’artrite psoriasica”, conclude Ornella De Pita’ ”la quasitotalita’ delle psoriasi si puo’ trattare efficacemente: aseconda della gravita’ sono disponibili prodotti topici, perle forme lievi-moderate, e farmaci sistemici, per le formepiu’ gravi, in grado di tenere sotto controllo la patologia eassicurare una buona qualita’ della vita”. red/mpd

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su