Header Top
Logo
Mercoledì 29 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Maltempo: Coldiretti chiede stato di calamita’ per agricoltura

colonna Sinistra
Venerdì 24 maggio 2013 - 14:05

Maltempo: Coldiretti chiede stato di calamita’ per agricoltura

(ASCA) – Roma, 24 mag – A causa dei danni causatidall’anomala ondata di maltempo in corso, Coldiretti chiedela dichiarazione dello stato di calamita’ per l’agricoltura.

La temperatura massima nel Nord Italia e’ stata in media3,2 gradi centigradi inferiore alla climatica media a maggioin cui si e’ anche registrato il 24% di pioggia in piu’. Loafferma l’associazione di categoria in una nota sulla basedei dati Ucea relativi alla seconda decade del mesecaratterizzata da nubifragi e neve sul Nord Italia, conbruschi cali della temperatura. Un andamento che – sottolinea la Coldiretti – ha sconvoltoi normali cicli delle coltivazioni con danni incalcolabiliper l’agricoltura e la richiesta dello stato di calamita’. Si tratta degli ultimi effetti di una primavera pazza cheha gia’ rovinato almeno il 30% di raccolti delle regioni delNord, dal pomodoro al riso, dalle patate alla frutta, dallasoia al mais fino al fieno con gravi problemi perl’alimentazione degli animali. La piu’ elevata frequenza di eventi estremi con sfasamentistagionali, precipitazioni brevi e intense, neve fuoristagione e un maggiore rischio per gelate tardive sono alcunidegli effetti dei cambiamenti climatici che l’agricoltura -afferma la Coldiretti – deve affrontare. Con un contesto del genere, i terreni coltivati, graziealla loro capacita’ di assorbimento, rappresentano un vero eproprio airbag naturale contro l’impatto dell’acqua. Purtroppo – conclude la Coldiretti – l’Italia ha personegli ultimi venti anni 2,15 milioni di ettari di terracoltivata per effetto della cementificazione e dell’abbandonoche ha tagliato del 15% le campagne colpite da un modello disviluppo sbagliato che ha costretto a chiudere 1,2 milioni diaziende agricole nello stesso arco di tempo.

red-stt/gc

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su