Header Top
Logo
Venerdì 23 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Cei: card. Bagnasco, grande contributo Chiesa in Italia di fonte a crisi

colonna Sinistra
Giovedì 23 maggio 2013 - 18:07

Cei: card. Bagnasco, grande contributo Chiesa in Italia di fonte a crisi

(ASCA) – Citta’ del Vaticano, 23 mag – ”La presenza e ilruolo che la Chiesa svolge in Italia sono un contributo diprima grandezza, ancora piu’ evidente in una stagionedifficile e delicata come l’attuale”. Lo ha ricordatol’arcivescovo di Genova e Presidente della ConferenzaEpiscopale Italiana, card. Angelo Bagnasco del saluto rivoltoa Papa Francesco, all’inizio della celebrazione della’Professio fidei’, presieduta dal pontefice nella Basilica diSan Pietro alla quale hanno preso parte i vescovi italianiriuniti a Roma per i lavori della 65a Assemblea Generaledella CEI, che si concluderanno domani. Un appuntamentovoluto dal Consiglio Episcopale Permanente quale ”momentoqualificante” all’interno dell’Anno della Fede. Un momento,quello di questa sera in San Pietro, che ha concluso levisite ‘ad Limina Apostolorum’ delle 226 Diocesi italiane,iniziate con Benedetto XVI e proseguite con Francesco. Il card. Bagnasco ha ricordato ”la crisi pubblica, chetravaglia le nostre famiglie” e che, ha spiegato, ”tocca inrealta’ le radici stesse dell’uomo e investe la figura e ilprogetto del suo destino”, ma anche la crisi economica cheinveste anche il nostro Paese.

”Nel groviglio di situazioni e di occupazioni, che avolte diventano anche preoccupazioni; – ha quindi aggiunto ilporporato nel suo saluto al papa – posti in una societa’complessa, in cui convivono mondi e linguaggi diversi, nonsempre coerenti tra loro, viviamo l’unita’ della comunioneecclesiale come una grazia e una missione”. Un impegno,quello della Chiesa italiana, ha poi detto il card. Bagnascoche vede particolarmente attivi i pastori ”nell’accoglienzadell’amore di Dio e nella promozione della dignita’ di ogniessere umano: ne e’ segno – ha concluso – l’attenzioneoperosa e quotidiana con cui le nostre parrocchie aprono leporte a quanti sono provati dal perdurare della crisieconomica”.

gc/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su