Header Top
Logo
Venerdì 28 Luglio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Case editrici: la battaglia si sposta su Facebook e Twitter

colonna Sinistra
Giovedì 23 maggio 2013 - 14:44

Case editrici: la battaglia si sposta su Facebook e Twitter

(ASCA) – Roma, 23 mag – Altissimo tasso di presenza suisocial network, audience piu’ ampia su Twitter che suFacebook, grande interesse degli utenti per citazioniletterarie, foto e interviste: queste le evidenze principalidell’indagine su 101 case editrici su Facebook e Twitter cheBlogmeter, leader nel monitoraggio e analisi dei socialmedia, ha presentato al recente Salone del Libro di Torino.

L’indagine che aveva l’obiettivo di rilevare le performancesdelle case editrici sui social network e le relativestrategie di comunicazione e pratiche di gestione, e’ statarealizzata con l’ausilio della piattaforma Blogmeter SocialAnalytics nel periodo 1 febbraio-15 maggio per Facebook e 20marzo-15 maggio per Twitter. L’editoria presenta alcune particolarita’ di settoreparticolarmente interessanti per gli addetti ai lavori emostra anche un utilizzo diverso dei due network. Facebookviene utilizzato principalmente come canale di promozione deilibri in uscita e delle attivita’, anche in forme ludichecome concorsi e giveaway o sconti dedicati. Particolarmenteapprezzate dagli utenti sono le immagini belle e legate acontenuti piu’ ”ispirazionali” che commerciali, mentre trai contenuti video emergono i booktrailer. Twitter, alcontrario, e’ visto come un network aperto a un dialogo piu’paritario e nello specifico i contenuti piu’ condivisi eseguiti si legano a discussioni di ordine generale nonstrettamente legati ai prodotti della casa editrice, comedimostra, per esempio, il successo di hashtag come#accaddeoggi (di Librimondadori) e #amoreaprimolibro(Einaudieditore). Su Facebook, invece, quasi la meta’ dellepagine non permette ai fan di scrivere post in bacheca e iltasso di interazione e risposta brand/fan e’ abbastanzabasso, a parte la felice eccezione di BAO Publishing. Per quanto riguarda le performance dei singoli brand,Libri Mondadori domina senza dubbio la Facebook Fans con160.550 fan, seguita a lunga distanza da Rizzoli (38.330) eGiangiacomo Feltrinelli Editore (28.758). Sul versante deltotal engagement (la somma di like, share, commenti e post inbacheca), si piazza al primo posto, come detto, BAOPublishing con 38.203 azioni e reazioni dei fan, seguita daLibri Mondadori (33.253) e Baldini Castoldi Dalai Editore(31.522). Sempre Libri Mondadori si ripete questa volta suTwitter conquistando il primo posto del rating sui follower(207.351), distanziano parecchio sia Einaudi (120.398) cheFeltrinelli Editore (90.438). Einaudi, dal canto suo, siprende la rivincita conquistando nettamente il podio dellaclassifica che misura le Twitter Mentions (17.132), seguitaLibri Mondadori (6.455) e Minimum Fax (4.135). In definitiva: i lettori, siano essi su Facebook o suTwitter, mostrano una grande propensione all’interazione conle case editrici, soprattutto quando i contenuti proposti nonsono smaccatamente commerciali. Sui social network come inlibreria, il libro e’ percepito come un prodotto diverso daun semplice bene di consumo e di conseguenza le forme dipromozione alternativa al tradizionale contenutopubblicitario (e quindi interviste, citazioni e foto)risultano le piu’ efficaci e apprezzate dai lettorisoprattutto per il vissuto personale e culturale che i librimobilitano. red/mar

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su