Header Top
Logo
Mercoledì 28 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Ilva: fratelli Riva accusati di aver sottratto all’azienda 1,2 mld

colonna Sinistra
Mercoledì 22 maggio 2013 - 15:29

Ilva: fratelli Riva accusati di aver sottratto all’azienda 1,2 mld

(ASCA) – Milano, 22 mag – Una somma pari a circa 1 miliardo e200 milioni di euro sottratti nell’arco di un decennio allecasse dell’Ilva, portati in paradisi fiscali e fattirientrare in Italia grazie allo scudo fiscale nel 2009. E’questa l’ipotesi accusatoria che ha fatto scattarel’iscrizione di Emilio e Adriano Riva nel registro degliindagati aperto dalla Procura di Milano. I due fratelli,proprietari dell’Ilva di Taranto, sono accusati di truffaaggravata ai danni dello Stato e trasferimento fittizio dibeni. L’inchiesta condotta dai pm, Stefano Civardi e MauroClerici e’ coordinata dal Procuratore aggiunto FrancescoGreco, coinvolge anche due professionisti accusati diriciclaggio. Stando all’ipotesi accusatoria, i fratelli Riva avrebberodrenato dalle case dell’Ilva una somma complessiva di 1miliardo e 200 milioni nel corso del decennio 1996-2006.

Soldi che, dopo essere transitati in Lussemburgo, attraversouna serie di operazioni finanziarie estero su estero sono poifiniti in otto trust ubicati nelle Isole Jersey (paradisofiscale nel Canale della Manica) ma tutte gestite da unafiduciaria svizzera. Un’operazione sistematica di drenaggiodi risorse aziendali che pero’, come fanno notare in ambientigiudiziari milanesi, ha provocato anche un danno erarialeallo Stato italiano sotto il profilo fiscale. Questo denaroe’ poi rientrato in Italia nel 2009 grazie allo scudofiscale. fcz/cam/rob

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su