Header Top
Logo
Venerdì 28 Aprile 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Mafia: Comune Firenze parte civile a processo contro pescatore D’Amato

colonna Sinistra
Martedì 21 maggio 2013 - 18:27

Mafia: Comune Firenze parte civile a processo contro pescatore D’Amato

(ASCA) – Firenze, 21 mag – Il Comune di Firenze si e’costituito parte civile nel processo che vede imputato ilpescatore siciliano Cosimo D’Amato, a processo con ritoabbreviato, con l’accusa di aver fornito il tritolo per lestragi mafiose di Roma, Firenze e Milano del 1993-1994.

”La costituzione di parte civile in questo processo -afferma l’assessore Cristina Giachi – e’ un segnale moltoimportante. Nel rispetto dei ruoli, la giustizia deve fare ilsuo corso, e noi vogliamo fare la nostra parte perche’ nonc’e’ giustizia senza verita’ e noi vogliamo incoraggiare esostenere la ricerca di verita’. Ogni sforzo tesoall’affermazione di una piena verita’, e all’incriminazionedei colpevoli – ha aggiunto l’assessora Giachi – ha bisognoanche del contributo di chi si occupa di amministrare la cosapubblica. Sulla vicenda delle stragi di 20 anni fa si sonoraggiunti rilevanti risultati grazie alle indagini dellamagistratura e allo stimolo che e’ sempre venuto dalleassociazioni delle vittime. Quella causata dall’attentato divia dei Georgofili nel 1993 e’ una ferita, ancora nonrimarginata, inferta attraverso le vittime, alla citta’, allasua cultura – che ne e’ anche l’identita’ -, al suo tessutosociale ed economico. Il Comune di Firenze continuera’ apresentarsi come parte civile in tutti i processi legati allevicende delle stragi mafiose che riguardano la citta’. Pernoi resta fondamentale lavorare e collaborare con le altreistituzioni a un percorso di giustizia e verita’, persensibilizzare i cittadini ed educare alla legalita’soprattutto i piu’ giovani”.

afe/mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su