Header Top
Logo
Mercoledì 26 Aprile 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Fisco: 230 autisti licenziati e riassunti, Gdf scopre maxi-truffa a Inps

colonna Sinistra
Sabato 18 maggio 2013 - 12:27

Fisco: 230 autisti licenziati e riassunti, Gdf scopre maxi-truffa a Inps

(ASCA) – Roma, 18 mag – Una maxi frode all’Inps con circa tre milioni di euro di sgravi contributivi ottenuti illecitamente e’ stata scoperta dalla Gdf di Trieste, al termine di accertamenti durati oltre un anno. A seguito di una verifica fiscale condotta nei confronti di una primaria societa’ di trasporti con un elevato volume d’affari, le Fiamme Gialle, – si legge in una nota della Gdf – coordinate dal sostituto procuratore Lucia Baldovin, hanno scovato una ”rete” di aziende di trasporto fittizie in diverse regioni d’Italia, ma tutte riconducibili a una societa’ di Trieste, che licenziava e riassumeva 230 autisti di Tir. Le imprese, operative in Umbria, Campania, Veneto, Toscana, Lombardia e Liguria, venivano utilizzate per assumere appunto il personale, cosi’ da poter godere delle agevolazioni contributive previste per le aziende che assumono disoccupati con contratto di lavoro a termine di durata non superiore a 12 mesi, con possibilita’ di estensione per un altro anno in caso di assunzione a tempo indeterminato. Le aziende scoperte dalla Gdf avevano quale unico cliente il gruppo societario a cui avevano messo a disposizione gli autisti mediante un contratto di ”affiliazione e appalto di servizi”, facendo loro svolgere le medesime mansioni nelle stesse sedi di lavoro. Per circa due anni erano stati percepiti sgravi per circa tre milioni di euro. I tre soggetti individuati come responsabili dell’azienda triestina sono stati denunciati per somministrazione fraudolenta di manodopera e truffa aggravata nei confronti dell’Inps. rba/sam/ss

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su