Header Top
Logo
Martedì 25 Aprile 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Terra Futura: da Firenze proposta ‘Legge del seme’ per biodiversita’

colonna Sinistra
Venerdì 17 maggio 2013 - 19:41

Terra Futura: da Firenze proposta ‘Legge del seme’ per biodiversita’

(ASCA) – Firenze, 17 mag – Una ‘legge del seme’ per rimettereal centro dei sistemi scientifici e giuridici delle normesementiere le leggi biologiche ed ecologiche della natura,come la diversita’ e l’adattamento. Oggi a ‘Terra Futura’ (in corso fino a domenica allaFortezza da Basso di Firenze) ha fatto la sua seconda tappala ‘Campagna globale sulla liberta’ dei semi’ di VandanaShiva, la piu’ autorevole teorica dell’ecologia sociale:l’iniziativa e’ promossa da Navdanya International, di cui lascienziata indiana e’ fondatrice, in collaborazione con laRegione Toscana (la prima ad aver sancito con legge laproprieta’ collettiva sulle varieta’ locali, tutelandole daibrevetti delle multinazionali) e Banca popolare Etica.

La campagna intende rendere maggiormente consapevoli lepersone, comunita’, istituzioni e governi sul grave rischioper il futuro della sicurezza alimentare del pianeta, inpericolo per la scomparsa dei semi locali e, dall’altro lato,per la proliferazione di brevetti e leggi che favorisconomonocolture, monopoli, e privatizzazioni.

A rafforzare la collaborazione tra l’associazione e labanca c’e’ ora anche un protocollo, presentato propriostamattina a Terra Futura, che ha l’obiettivo di consolidarealleanze per salvare i semi, la biodiversita’, i dirittidegli agricoltori di autoprodurre e scambiare le sementi, perpuntare a sistemi agricoli basati sulla sovranita’alimentare, in armonia con la natura.

A Firenze si sono anche riuniti gli esperti internazionalidel gruppo di lavoro sulla ‘Legge del seme’, sotto la guidadella Shiva: chiedono di rimettere al centro dei sistemiscientifici e giuridici delle norme sementiere le leggibiologiche ed ecologiche della natura, come la diversita’ el’adattamento.

”La nostra legge del seme mira a cambiare il paradigmaattuale – spiega Vandana Shiva -. Esiste una normativa alivello europeo che impedisce agli agricoltori di usare ipropri semi e infrange, quindi, la sovranita’ del seme.

L’unico modo per proteggere gli agricoltori e i posti dilavoro e tutelare la diversita’ e il cibo, e’ lottare per lasovranita’ delle sementi”.

afe/sam/alf

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su