Header Top
Logo
Giovedì 30 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • 2 giugno: Obiettori coscienza, non si celebri con parata militare

colonna Sinistra
Giovedì 16 maggio 2013 - 14:30

2 giugno: Obiettori coscienza, non si celebri con parata militare

(ASCA) – Roma, 16 mag – Una lettera al presidente dellaRepubblica Giorgio Napolitano per segnalare che la Festadella Repubblica deve essere ”patrimonio di tutti gliitaliani e di tutte le categorie di cittadini, non solosimboleggiata con la parata militare”. Questa l’iniziativa,la prima di una serie di altre azioni, che le principali retiche lavorano sul tema del Servizio civile, della pace edisarmo hanno deciso di intraprendere in questi giorni. Unalettera per sottolineare al Capo dello Stato, e con lui atutta l’opinione pubblica, un ”forte e profondo desideriodelle numerose associazioni di questa area”: che siriportino, cioe’, ”al centro del 2 giugno i valori fondantidella Repubblica e della nostra Costituzione”. Valorirappresentati da quelle categorie sociali che sono vere eproprie forze vive dell’Italia e hanno pieno diritto diessere celebrati in occasione del 2 Giugno: le forze dellavoro, i sindacati, i gruppi delle arti di mestieri, glistudenti, gli educatori, gli immigrati, i bambini con lemadri e i padri, i ragazzi e le ragazze del Servizio CivileNazionale. Un passaggio importante anche per cambiare isimboli (che sono rilevanti per il vivere comune) legati aquesta che non e’ la Festa delle Forze Armate ma di tutta laRepubblica.

La lettera e’ stata elaborata e sottoscritta dalla ReteItaliana per il Disarmo, dalla Conferenza Nazionale Enti diServizio Civile, dal Forum Nazionale per il Servizio Civile,dal Tavolo Interventi Civili di Pace e dalla CampagnaSbilanciamoci.

Sono poi oltre 100 gli organismi di varia natura che hannosottoscritto esplicitamente la missiva inviata allaPresidenza della Repubblica.

red-gc/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su