Header Top
Logo
Domenica 26 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Vaticano: numero cattolici stabile nel mondo. Oltre 1,2 miliardi

colonna Sinistra
Lunedì 13 maggio 2013 - 13:11

Vaticano: numero cattolici stabile nel mondo. Oltre 1,2 miliardi

(ASCA) – Citta’ del Vaticano, 13 mag – I cattolici sparsi nel pianeta sono in aumento e sono passati, dal 2010 al 2011, da 1.196 a 1.214 milioni, con un aumento relativo dell’ 1,5%. Una crescita che risulta di poco superiore a quella della popolazione della Terra (1,23%), e che fa qundi dire agli statistici che la presenza dei cattolici del mondo e’ risultata ”sostanzialmente invariata” (17,5%). Lo si apprende dall’Annuario statistico ecclesiale 2011 che, insieme a quello Pontificio 2013, e’ stato presentato stamane al papa dal Segretario di Stato card. Tarcisio Bertone e dal Sostituto mons. Angelo Becciu. Dopo aver notato che nel 2012 sono state erette 11 nuove Sedi Vescovili, 2 Ordinariati Personali, 1 Vicariato Apostolico e 1 Prefettura Apostolica, l’analisi territoriale delle variazioni nel biennio, mostra un aumento del 4,3% di cattolici nell’Africa, che ha invece accresciuto la sua popolazione del 2,3%. Anche nel continente asiatico si e’ registrato un aumento di cattolici superiore a quello della popolazione (2,0% contro l’ 1,2%). In America e in Europa si assiste ad una uguale crescita dei cattolici e della popolazione (0,3%). Nel 2011 il totale dei cattolici battezzati e’ cosi’ distribuito per continente: 16,0% in Africa, 48,8% in America, 10,9% in Asia, 23,5% in Europa e 0,8% in Oceania. Per quanto riguarda, invece, il numero dei Vescovi nel mondo questo e’ passato, dal 2010 al 2011, da 5.104 a 5.132, con un aumento relativo dello 0,55%, mentre la presenza dei sacerdoti, diocesani e religiosi, nel mondo e’ aumentata nel tempo, passando nell’ultimo decennio dalle 405.067 unita’ del 31 dicembre 2001 alle 413.418 del 31 dicembre 2011 (+2,1%). Ma se la dinamica del numero dei presbiteri in Africa e in Asia risulta ”alquanto confortante”, con un +39,5% e un +32,0%, l’America si mantiene stazionaria attorno ad una media di 122 mila unita’. L’Europa, invece, prosegue nel suo trand negativo con una diminuzione, nel decennio, di oltre il 9% nelle nuove ordinazioni. Positivi, comunque, i dati sugli aspiranti sacerdoti che nel mondo,(sia diocesani chee religiosi) sono passati da 112.244 nel 2001 a 120.616 nel 2011, con un incremento del 7,5%. Anche qui soprattutto l’Europa appare in forte crisi con un -21,7% delle vocazioni. ”Di conseguenza, – nota l’Annuario – si osserva un ridimensionamento del contributo del continente europeo alla crescita potenziale del rinnovo delle compagini sacerdotali, con una quota che passa dal 23,1% al 16,8%, a fronte di un’espansione dei continenti africano e asiatico”. gc/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su