Header Top
Logo
Martedì 25 Luglio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Medicina estetica: ‘falloplastica’ laser, 3mila interventi in Italia

colonna Sinistra
Venerdì 10 maggio 2013 - 14:43

Medicina estetica: ‘falloplastica’ laser, 3mila interventi in Italia

(ASCA) – Roma, 10 mag – Tra i 2000 e i 7000 euro permodificare le dimensioni del proprio organo genitale. Semprepiu’ uomini si rivolgono al chirurgo plastico su quella chenegli Stati Uniti e’ iniziata come una moda, ma che spessorivela il disagio di chi vive la propria sessualita’ in modosolo parziale, insoddisfacente, deprimente o addirittura afugge da essa. A parlarne, in occasione dell’aperturadell’VIII Congresso Nazionale della Societa’ di MedicinaEstetica (SIME) e dell’Accademia Italian di MedicinaAnti-Aging (Aimaa), Elena Fasola, microchirurgo e chirurgoestetico e Alessandro Littara, andrologo chirurgo.

”Si calcola che negli ultimi anni si siano sottoposti aquesta chirurgia dai 2.000 ai 3.000 uomini (dati del 2011) -spiegano -, mentre negli Stati Uniti siamo a piu’ di 7.000interventi per anno. Solo nel nostro ‘Centro di MedicinaSessuale’ di Milano eseguiamo piu’ di 250 procedure peranno”. Per rispondere alle richieste, infatti, dal 2006 ilCentro propone la ”designer laser falloplastica”, una gammadi procedure chirurgiche ”che ha lo scopo di ottenere ilmiglior risultato, ‘personalizzando’ pero’ la tecnicachirurgica a seconda delle caratteristiche del paziente”.

Negli anni 2010, 2011 e 2012 sono stati operati nel Centropiu’ di 700 uomini, dei quali il 60% sottoposti a proceduracombinata di allungamento e ingrossamento del pene (laserfalloplastica + lipopenoscultura). ”Numeri – avvertono gli specialisti – che purtroppo hannofatto ‘gola’ a molti chirurghi, per lo piu’plastico-estetici, che talvolta senza la necessariapreparazione si sono lanciati in questo tipo di chirurgia,determinando pessimi risultati, estetici ma anche funzionali,e costringendo a reinterventi non piu’ da considerarebanali.

I chirurghi che attualmente in Italia hanno una realeesperienza di questa chirurgia, che non si impara nellescuole di specializzazione, sono solo 3 o 4, anche se suinternet sara’ possibile trovarne a centinaia”. Di qui, laraccomandazione a ”valutare bene il curriculum delchirurgo, chiedere dettagliatamente la descrizionedell’intervento, i materiali utilizzati e, dopo adeguatavisita, i possibili risultati e complicazioni, a breve emedio-lungo termine”. L’eta’ media degli operati e’ di 32 anni, con l’80% tra i25 e 40 anni, e con un considerevole numero dopo i 50. Anziil trend in maggiore aumento e’ senz’altro quello degli over50. Nel 60% dei casi si tratta di soggetti che vivono un”disagio” (lieve, medio o grave), mentre nel restante 40%il motivo e’ puramente estetico. Nei giovani prevale, anchese non di molto il motivo estetico, mentre il 70% degli over30 dichiara di vivere un disagio legato alle dimensioni.

Di solito, spiegano ancora gli specialisti, conl’intervento, si ottiene un incremento in allungamento cheva dai 2 ai 4 cm., ma molto dipende dalla consistenza dellegamento sospensore che viene reciso con il laser (esuccessivamente ricostruito). Per l’ingrossamento, ilrisultato medio e’ un buon 30% in piu’ della circonferenza,anche se variabilita’ si possono avere in base a numerosifattori individuali.

mpd/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su