Header Top
Logo
Domenica 22 Ottobre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • 1* maggio: card. Vallini, gesto blasfemo a concerto offesa intollerabile

colonna Sinistra
Venerdì 3 maggio 2013 - 14:00

1* maggio: card. Vallini, gesto blasfemo a concerto offesa intollerabile

(ASCA) – Roma, 3 mag – La diocesi di Roma ”condannafermamente” il gesto blasfemo compiuto durante il concertodel 1* maggio, l’iniziativa promossa dai sindacaticonfederali Cgil-Cisl-Uil nel piazzale antistante la basilicadi San Giovanni in Laterano.

”L’elevazione di un profilattico a mo’ di ostia conparole che ricordano quelle della consacrazione durante lamessa, da parte di uno dei protagonisti del concerto”,sottolinea la diocesi di Roma, ”rivela una pochezzaculturale senza eguali e manifesta la derivadell’intelligenza cui la crisi morale in atto staconducendo”.

Il cardinale vicario Agostino Vallini, facendosi anche ecodell’amarezza dei credenti, ”deplora fortemente” l’accadutoed esprime ”dolore per il fatto che simili esibizioni,animate da un’ostilita’ contro la religione e i sentimentipiu’ vivi nel popolo, si inseriscano in una manifestazionemusicale che da anni intende celebrare la festa deilavoratori. E’ forse questo il modo di porgere la propriasolidarieta’ a disoccupati e cassintegrati e di sottolinearela necessita’ di un rilancio delle politiche del lavoro nelnostro Paese?”.

”Spiace constatare con amarezza – aggiunge il cardinaleVallini – questa nota stonata che sale dal palcoscenico diuna manifestazione musicale, chiamata ad offrire soltantoesibizioni che elevano verso cio’ che e’ nobile, nellaconsapevolezza che anche nella musica amata dai giovani siesprime l’anelito alla bellezza e all’assoluto. Cosi’ comeaddolora il fatto che ancora una volta la religione cristianasia presa di mira con facilita’, utilizzando lemanifestazioni pubbliche e gli schermi televisivi”.

”E’ intollerabile – conclude il cardinale vicario -assistere a gesti che offendono la sensibilita’ di milioni dicredenti, in cio’ che hanno di piu’ prezioso e caro, e cheferiscono il senso piu’ autentico del vivere comune. Ed e’doloroso assistere al silenzio di conduttori e promotoridelle manifestazioni che fanno da cornice a tale scempiodell’intelligenza, del buon gusto e del rispetto dellepersone”.

dab/sam/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su