Header Top
Logo
Domenica 19 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Papa: vergognarsi dei propri peccati e’ virtu’ dell’umile

colonna Sinistra
Lunedì 29 aprile 2013 - 11:58

Papa: vergognarsi dei propri peccati e’ virtu’ dell’umile

(ASCA) – Citta’ del Vaticano, 29 apr – ”Vergognarsi e’ unavirtu’ dell’umile, di quell’uomo e di quella donna che e’umile”. Lo ha detto papa Francesco, stamani, durante lamessa presieduta nella Cappellina di Santa Marta, allapresenza di alcuni dipendenti dell’Apsa, l’Amministrazionedel Patrimonio della Sede Apostolica e di alcune religiose.

Hanno concelebrato, riferisce Radio Vaticana, il cardinaleDomenico Calcagno, presidente dell’Apsa, e l’arcivescovoFrancesco Gioia, presidente della Peregrinatio ad PetriSedem.

”La vergogna – ha proseguito il pontefice – e’ una veravirtu’ cristiana e anche umana, la capacita’ di vergognarsi:io non so se in italiano si dice cosi’, ma nella nostra terraa quelli che non possono vergognarsi gli dicono ‘sinverguenza’. Questo e’ ‘un senza vergogna’, perche’ non ha lacapacita’ di vergognarsi”.

Occorre avere fiducia, ha sottolineato il papa, perche’quando pecchiamo abbiamo un difensore presso il Padre:”Gesu’ Cristo, il giusto”. E Lui ”ci sostiene davanti alPadre” e ci difende di fronte alle nostre debolezze. Ma e’necessario mettersi di fronte al Signore ”con la nostraverita’ di peccatori, con fiducia, anche con gioia, senzatruccarci. Non dobbiamo mai truccarci davanti a Dio”. E lavergogna e’ una virtu’: ”Benedetta vergogna. Questa e’ lavirtu’ che Gesu’ chiede a noi: l’umilta’ e la mitezza”.

”Umilta’ e mitezza – ha aggiunto Francesco – sono come lacornice di una vita cristiana. Un cristiano va sempre cosi’,nell’umilta’ e nella mitezza. E Gesu’ ci aspetta perperdonarci. Possiamo fargli una domanda: allora andare aconfessarsi non e’ andare a una seduta di tortura? No. E’andare a lodare Dio, perche’ io peccatore sono stato salvatoda Lui. E Lui mi aspetta per bastonarmi? No, con tenerezzaper perdonarmi. E se domani faccio lo stesso? Vai un’altravolta, e vai e vai e vai. Lui sempre ci aspetta”.

dab/gc

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su