Header Top
Logo
Venerdì 17 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Ue: Commissione deferisce Italia per gabbie delle galline ovaiole

colonna Sinistra
Giovedì 25 aprile 2013 - 13:02

Ue: Commissione deferisce Italia per gabbie delle galline ovaiole

(ASCA) – Bruxelles, 25 apr – La Commissione europea hadeferito l’Italia alla Corte di giustizia europea per ”nonaver attuato correttamente” la direttiva che vietal’allevamento in batteria delle galline ovaiole, cheproibisce l’uso delle cosiddette ‘gabbie non modificate’.

Questo tipo di gabbia e’ ritenuto nocivo del benessereanimale per via dell’elevato rapporto tra il numero dianimali in gabbia e la superficie della stessa. La decisionedi vietare le gabbie ‘non modificate’ e’ stata adottata nel1999, e il nostro paese ha avuto dodici anni per assicurareuna transizione morbida verso il nuovo sistema e attuarecosi’ la direttiva. Dall’1 gennaio 2012, ricorda la Commissione Ue, dadirettiva tutte le galline ovaiole dovevano essere tenute in’gabbie modificate’, con spazio sufficiente cioe’ per fare ilnido, razzolare e appollaiarsi. L’Italia pero’ ha accumulatoritardi, e il 26 gennaio scorso l’esecutivo comunitaria haavviato il procedimento di infrazione – giunto oggi altermine dell’intero percorso – chiedendo alle autorita’italiane di ”adottare azioni per ovviare alle carenzenell’attuazione della legislazione unionale sul benesseredegli animali e, in particolare, di porre in atto il divietodi gabbie ‘non modificate’ per le galline ovaiole”. Senzasuccesso. L’Italia, lamentano a Bruxelles, ”nonostanteripetuti solleciti della Commissione a risolvere lasituazione, non hanno ottemperato adeguatamente allapertinente normativa dell’Ue”. Da qui la decisione dideferire l’Italia.

bne/sam/bra

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su