Header Top
Logo
Domenica 19 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Cortina d’Ampezzo: Giunta, totale incredulita’ su accuse al sindaco

colonna Sinistra
Giovedì 25 aprile 2013 - 08:40

Cortina d’Ampezzo: Giunta, totale incredulita’ su accuse al sindaco

(ASCA) – Cortina d’Ampezzo (BL), 25 apr – Prima notte diAndrea Franceschi, sindaco di Cortina d’Ampezzo, agli arrestidomiciliari e la giunta comunale, pur ribadendo piena fiducianella magistratura, manifesta ”incredulita”’ per le accusemosse al primo cittadino, che sarebbe coinvolto, inparticolare, in presunte irregolarita’ nell’appalto per laraccolta dei rifiuti. Gli assessori Enrico Pompanin GiovannaMartinolli, Marco Ghedina e Adriano Verocai e i consiglieridi maggioranza della lista civica ”Progetto per Cortina”hanno accolto la notizia ”con totale incredulita”’, comeafferma una nota.

Franceschi aveva subito una perquisizione circa un anno faera per presunte irregolarita’ nell’esercizio delle suefunzioni. Da mesi aveva espresso la richiesta di essereascoltato dalla magistratura per chiarire la sua posizione.

”La mancata convocazione, unita alla restituzione delmateriale sequestrato all’epoca delle perquisizioni, avevaconfermato il Sindaco e la Giunta nella convinzione che leindagini si stessero concludendo dopo aver verificato quellache, oggi, assessori e consiglieri ribadiscono essere lacompleta e totale correttezza nell’esercizio delle funzionipubbliche di questa Amministrazione”. Assessori emaggioranza insistono nell’affermare che ”se c’e’ una cosanella quale possiamo riporre la nostra piu’ totale fede e’ lacertezza di aver amministrato nel piu’ assoluto rispettodella legge e del Bene pubblico. Sebbene, questa feralenotizia ci riempia di umano dolore e stordimento, ribadiamo,percio’, la nostra fiducia nell’operato delle Forzedell’Ordine e della Magistratura, certi che l’esito dellavicenda giudiziaria liberera’ il nostro Sindaco dall’ombra diqualsiasi accusa”.

”Se venisse confermata”, aggiungono assessori e consiglieri”la notizia secondo la quale il capo di imputazione vertesul bando per la accolta dei rifiuti urbani, non abbiamo labenche’ minima esitazione nell’affermare che la raccolta deirifiuti a Cortina, seguita a quel bando, ha portato piu’servizi, maggiore raccolta differenziata, piu’ personeimpiegate e, pur senza costi aggiuntivi, un servizio dimonitoraggio e di ascolto delle esigenze della popolazionequale mai Cortina d’Ampezzo aveva avuto”.

La preoccupazione adesso e’ per i contraccolpi dell’azionegiudiziaria. ”In questa vicenda, che ci colpiscepersonalmente oltre che a livello politico, non possiamo chelamentare il danno che la nostra localita’ soffre e soffrira’tornando sotto i riflettori di uno scandalo – si legge ancoranella nota diffusa da giunta e maggioranza -. Cortinad’Ampezzo e’ sotto attacco una volta di piu’, dopo esserestata investita dalle perquisizioni in contemporanea con unmomento di grande esposizione mediatica qual era quellogenerato dal giro d’Italia. Alziamo il nostro invito a tuttii residenti, e in particolare all’opposizione, a nonabboccare all’amo delle divisioni, ma a fare quadrato perdifendere la nostra Comunita”’. fdm/sam/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su