Header Top
Logo
Giovedì 27 Luglio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Salute: Dieta? Complicato seguirla per le donne che lavorano

colonna Sinistra
Martedì 23 aprile 2013 - 19:04

Salute: Dieta? Complicato seguirla per le donne che lavorano

(ASCA) – Roma, 23 apr – Una donna su cinque in Italia hadifficolta’ a seguire una dieta perche’ mangia fuori casa apranzo. E’ quanto emerge da un recente studio, chemetterebbe in risalto come, durante la pausa in ufficio, siacomplicato seguire un regime alimentare dietetico perl’impossibilita’ di avere accesso a cibi salutari. L’aspettoeconomico poi non e’ da sottovalutare di questi tempi.

Mangiare piatti cucinati a base di verdure lesse, insalate,riso, costa circa 6 euro nei bar e nelle tavole calde dellegrandi citta’ e in tempo di crisi e’ una spesa che non tuttipossono affrontare quotidianamente. Per questo molteimpiegate, commesse, professioniste che lavorano tutto ilgiorno fuori casa, optano per uno snack al bar e scelgonotramezzini, pizzette e panini ricchi di salse ed ingredientiche danno una sazieta’ momentanea e hanno molte calorieinutili. Un’alternativa low cost e’ il ‘porta pranzo’ con il pastopreparato precedentemente da casa, ma la mancanza di tempo ela difficolta’ di mangiare sul posto di lavoro davanti acolleghi e clienti, fa si’ che solo poche persone possanoscegliere questa alternativa.

Per tutti questi motivi e’ aumentato del 20% rispetto alloscorso anno il consumo dei prodotti dietetici acquistabili alsupermercato, in particolare quello dei sostituti del pasto,che secondo molti nutrizionisti rappresenterebbero un’ottimaalternativa a sandwich, pizza e piatti delle tavole calde,per sostituire i pasti 2-3 volte la settimana, garantendoun’alimentazione ipocalorica ed equilibrata, che rispettatutti i requisiti previsti dal Ministero della Sanita’ intermini di vitamine e minerali, energia, proteine e grassi.

Le classiche barrette tra l’altro possono esseretranquillamente consumate in ufficio davanti al computer, oin qualunque altro posto senza imbarazzi e scomodita’ essendotascabili e pronte al consumo.

E’ ovvio che l’ideale sarebbe avere il tempo di acquistaree cucinare cibi freschi, variandoli e scegliendo modalita’ dicottura light come suggeriscono la maggior parte delle dietedimagranti ma questo purtroppo e’ un lusso per pochi. Iregimi dietetici devono quindi adattarsi alle nuoveabitudini, soprattutto delle donne lavoratrici. red/mpd

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su