Header Top
Logo
Lunedì 27 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Papa: cristiani tiepidi quelli che vogliono Chiesa a propria misura

colonna Sinistra
Sabato 20 aprile 2013 - 15:41

Papa: cristiani tiepidi quelli che vogliono Chiesa a propria misura

(ASCA) – Roma, 20 apr – I cristiani tiepidi sono quelli chevogliono costruire una Chiesa a propria misura, ma non e’ laChiesa di Gesu’: e’ quanto ha detto oggi il Papa durante laMessa nella Cappellina della Domus Sanctae Marthae. Eranopresenti, fa sapere Radio Vaticana, i volontari delDispensario pediatrico ”Santa Marta” in Vaticano, affidatoalle Figlie della Carita’ di San Vincenzo de’ Paoli, che da90 anni sostiene i bambini e le famiglie bisognose di Romasenza distinzione di religione o nazionalita’. Accanto alPapa come chierichetti, due bambini.

Papa Francesco ha commentato la lettura degli Atti degliApostoli. La prima comunita’ cristiana, dopo la persecuzione,vive un momento di pace, si consolida, cammina e cresce ”neltimore del Signore e con il conforto dello Spirito Santo”.

E’ questa l’aria stessa in cui vive e respira la Chiesa,chiamata a camminare alla presenza di Dio e in modoirreprensibile: ”E’ uno stile della Chiesa. Camminare neltimore del Signore e’ un po’ il senso dell’adorazione, lapresenza di Dio, no? – afferma papa Francesco -. La Chiesacammina cosi’ e quando siamo in presenza di Dio non facciamocose brutte ne’ prendiamo decisioni brutte. Siamo davanti aDio. Anche con la gioia e la felicita’: questo e’ il confortodello Spirito Santo, cioe’ il dono che il Signore ci ha dato- questo conforto – che ci fa andare avanti”. Nel Vangeloproposto dalla liturgia del giorno molti discepoli ritengonoduro il linguaggio di Gesu’, mormorano, si scandalizzano ealla fine lasciano il Maestro: ”Questi si sono allontanati,se ne sono andati, perche’ dicevano ”quest’uomo e’ un po’speciale, dice delle cose che sono dure e noi nonpossiamo…

E’ un rischio troppo grande andare su questa strada. Abbiamobuon senso, eh? Andiamo un po’ indietro e non tanto vicino aLui’. Questi, forse, avevano una certa ammirazione per Gesu’,ma un po’ da lontano: non immischiarsi troppo con questouomo, perche’ dice delle cose un po’ strane…”. Questicristiani, afferma il Papa, ”non si consolidano nellaChiesa, non camminano alla presenza di Dio, non hanno ilconforto dello Spirito Santo, non fanno crescere la Chiesa”:”Sono cristiani di buon senso, soltanto: prendono ledistanze. Cristiani – per cosi’ dire – ‘satelliti’, che hannouna piccola Chiesa, a propria misura: per dirlo proprio conle parole di Gesu’ nell’Apocalisse, ”cristiani tiepidi’.

La tiepidezza che viene nella Chiesa… Camminano soltantoalla presenza del proprio buon senso, del senso comune …

quella prudenza mondana: questa e’ una tentazione proprio diprudenza mondana”.

Papa Francesco pensa ai tanti cristiani ”che in questomomento danno testimonianza del nome di Gesu’, anche fino almartirio”. Questi – afferma – non sono ”cristianisatelliti’, perche’ ”vanno con Gesu’, sulla strada diGesu”’: ”Questi sanno perfettamente quello che Pietro diceal Signore, quando il Signore gli fa la domanda: ”Anche voivolete andare, essere ”cristiani satelliti?’. Gli risposeSimon Pietro: ”Signore da chi andremo? Tu hai parole di vitaeterna’. Cosi’ da un gruppo grande diventa un gruppo un po’piu’ piccolo, ma di quelli che sanno perfettamente che nonpossono andare da un’altra parte, perche’ soltanto Lui, ilSignore, ha parole di vita eterna”.

red/sam/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su