Header Top
Logo
Domenica 26 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Rai: EstOvest, il nuovo corso dell’Ungheria

colonna Sinistra
Venerdì 19 aprile 2013 - 17:52

Rai: EstOvest, il nuovo corso dell’Ungheria

(ASCA) – Trieste, 19 apr – Il nuovo corso dell’Ungheria diViktor Orban, tra leggi controverse e la preoccupazione diBrussels per una possibile deriva autoritaria. EstOvest, larubrica della Tgr prodotta dalle sedi regionali Rai delFriuli Venezia Giulia e della Puglia, in onda domenica alle10.45 su Raitre, apre la puntata con un servizio di AntonioDi Bartolomeo, che da Budapest ripercorre il percorsopolitico del primo ministro Orban, fondatore a fine anni ’80di un piccolo partito, chiamato Fidesz, che oggi detiene ioltre i due terzi dei seggi in parlamento. Forte di questomandato il centrodestra ungherese ha approvato una nuovaCostituzione e varato una serie di leggi controverse – una sututte quella sui media – che ha provocato le proteste diUnione Europea e anche degli Stati Uniti. Cosa succede aCipro dopo la batosta del 25 marzo scorso’? Il paese europeoha ottenuto aiuti per dieci miliardi di euro in cambio di unaprofonda ristrutturazione del settore bancario, che harisparmiato i titolari di depositi sotto i 100mila euro, maha colpito duramente quelli piu’ facoltosi, tra i quali sicontano soprattutto cittadini russi. Ebbene, come ci spiegaPino Bruno, il prestito della troika potrebbe non bastare eadesso l’isola avrebbe bisogno di altri soldi per riassorbireil deficit malgrado la cura da cavallo gia’ adottata. Per imusicisti under 24, far parte della European Union YouthOrchestra, l’orchestra dei giovani dell’Unione Europea, e’ unbel punto di partenza. Un gruppo speciale che attraverso isuoi elementi e’ rappresentativo di tutti i paesi membri.

Rossana Vesnaver ha sentito alcuni degli italiani che nefanno parte e il consiglio di chi attualmente li dirige: ilgrande maestro russo Vladimir Ashkenazi. Chiude la puntata unservizio di Raffaele Gorgoni da Vukovar, in Croazia, dove sie’ innescata una strisciante protesta di tipo nazionalisticonei confronti di una legge che prevede l’introduzione delledoppie scritte per le vie della citta’, in caratteri latini ein alfabeto cirillico.

fdm/mau/alf

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su